Il sì al nucleare sostenuto dai più grandi scienziati

22 05 2008

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

“Entro questa legislatura porremo la prima pietra per la costruzione nel nostro paese di un gruppo di centrali nucleari di nuova generazione”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, intervenendo all’assemblea di Confindustria.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI

About these ads

Azioni

Information

40 responses

23 05 2008
antonio

a proposito del ritorno al nucleare, esprimo parere favorevole al di la di qualche dubbio. precisamente mi riferisco a voci di illustri professori che affermano il problema del’approvigionamento del uranio, infatti vi e una recessione delle quantità di uranio a livello mondiale , e pergiunta l’Italia non ha giacimenti di uranio. con questo non vorrei checi ritrovassimo dopo la messa in produzione delle centrali che avverra all’incica fra 10 anni, ad essere ricattati per l’approvigionamento del’uranio dai paesi possessori

23 05 2008
shadang

Beh! Se il si l’esprimono loro, posso esprimerlo anche io, e non importa se non sono un grande scienziato, mi basta essere una persona razionale! :-)

24 05 2008
paraffo

L’ amico Shadang è un presuntuoso ma … siccome io lo sono più di lui, mi associo: basta essere razionali per dire sì al nucleare!

24 05 2008
francesco

Mi sa che gli ingegneri nucleari che sottoscrivono questa lettera avranno interessi economici non indifferenti nella costruzione di nuove centrali,non ci avete proprio pensato?
Io punterei su eolico e solare come la Germania che nel frattempo sta dismettendo le sue centrali.

24 05 2008
filippo

Ma chi ha detto che questi sono i più grandi scenziati italiani?
Io non li conosco.
Conosco solo veronesi che è un oncologo (quindi non vedo cosa centri con la produzione di energia la sua preparazione) che è sponsorizzato da multinazionali molto potenti del cemento e degli inceneritori.

24 05 2008
fazioso

Ci sono medici famosissimi come Garattini e Veronesi nella lettera, non facciamo dietrologia.
La Germania ha 17 impianti nucleare e non intende assolutamente smobilitare. L’eolico e il solare sia in germania che in italia non arrivano assolutamente alla quota del 20% imposta dalla ue. E di certo nessuna nazione al mondo investe nelle sole rinnovabili

24 05 2008
fazioso

Filippo non conosci Tullio Regge?????????
Se volete fare critiche, fatelo nello specifico. Quello che dicono nella lettera è assolutamente vero

24 05 2008
filippo

Allora di tu cosa è vero e cosa non lo è nello specifico se sei competente.

Io penso una cosa (poi dammi pure del vetro comunista,marxista,girotondino pecorinascanio):
dove ci sono grandi interessi (nucleare,inceneritori,ponte sullo stretto) si fa, dove gli intersessi si spalmano sulla collettività (miglioramento della rete ferroviaria,energie rinnovabili,raccolta differenziata e diminuzione degli imballaggi alla fonte) l’intera classe politica non vuole investire.

P.S. Veronesi è un oncologo,è come se io ti citassi Dario Fo solo perchè è un premio nobel.

24 05 2008
filippo

Mi correggo VETERO comunista non VETRO!

24 05 2008
filippo

Domande:
1) Una centrale nucleare che percentuale di fabbisogno energetico copre e dopo quanto si ripaga dei suoi costi di costruzione?
2) Quante se ne vogliono fare e dove?
3) Le risorse economiche in un paese dove il debito pubblico è altissimo come il nostro sono reperibili e se sì come? Con un ulteriore indebitamento?
4) Chi gestirà dette centrali? IMPREGILO?
5) Tra quanti anni saranno operative?
6) quale sarà la disponibilità e il prezzo dell’uranio al momento dell’entrata in funzione e da chi lo compriamo?
7) Siamo protetti da eventuali attacchi terroristici ed esiste una compagnia di assicurazione disposta a coprire i danni provocati da un incidente dovuto ad errore umano,attentato,terromoto,inondazione…)
8 ) Il referendum abrogativo non conta più?
9) Le scorie come verranno smaltite e dove?
10) Fra ventanni le risorse rinnovabili come geotermico,solare,eolico,maree,idrogeno non potrebbero essere 10 volte più performanti?
Se avrò 10 risposte convincenti mi riterrò soddisfatto!

24 05 2008
bob

si…sono d’accordo nel farle ad arcore.

24 05 2008
fazioso

1) Intendi un impianto? Ha una durata nettamente maggiore di un impianto fotovoltaico (85 anni contro 25). I costi di costruzione sono + alti degli alti impianti sulle rinnovabili ma complessivamente con i costi indiretti (e di aggiornamento degli impianti) sono uguali

2) non lo so, al momento non c’è ancora il piano
3) bulgaria, argentina, brasile, ucraina costruiscono centrali nucleari e non si preoccupano dei costi. Perchè dovremmo farlo noi? Ci sono 34 impianti in costruzione in tutto il mondo, 439 sono attivi al momento.
Questa è la proliferazione attesa dal mit del nucleare nei prossimi 50 anni

4) la gestione sarà dell’enel
5) 9-10 anni
6) il prezzo dell’uranio come quello del petrolio dipendono dal mercato.
7) esistono compagnie assicurative per il nucleare in tutto il mondo
8) il referendum abrogativo non negava la costruzione di centrali nucleari. E’ un luogo comune. Piuttosto il referendum è già stato superato dal fatto che l’enel investe e costruisce centrali nucleari all’estero (slovacchia e spagna).
9) gli impianti di IV generazione non hanno scorie. Quelli che si costruiranno sono di III generazione avanzata. In finlandia le mettono dentro task di rame nelle miniere di granito. I costi e le difficoltà per la costruzione dei siti di raccolta delle scorie non sono gravosi come una volta
10) no nemmeno tra 20 anni saranno + performanti. Tutta l’energia complessiva ricavata dal fotovoltaico nel mondo non copre nemmeno l’energia sviluppata dalle centrali in germania. In un paese serio si sviluppano entrambe le cose. Uno sfruttamento a tappeto (ovunque) solo delle rinnovabili non ci consentirebbe nemmeno di colmare il 35% del nostro deficit energetico

24 05 2008
shadang

Ma che fai, perdi tempo con questa gente? se vogliono documentarsi vadano su Wikipedia, inseriscano i nomi (Uno alla volta mi raccomado, altrimenti va in tilt il sito :-) ) E vi togliete i vostri bravi dubbi.

Per quando riguarda l’eolico, certo che sarebbe singolare, che un Paese che è sopratutto turistico, lo rimpiamo di pale, per produrre un 2/3% di energia totale. E dove vorreste metterle, sulle colline di Positano? Li soffia un’ottimo refolo, oppure le mettiamo in Maremma, no sono convinto che vi piacererebbe metterle sulla Grande Balconata del Cervino, si li starebbero proprio bene. ma per cortesia, non fateci ridere…o piangere? boh! e la stessa cosa. :-)

24 05 2008
filippo

Evitando di rispondere a shadang perchè non ne vale la pena rispondo al gentile fazioso.
Non mi convincono le risposte:
1) Chiedevo la percentuale di energia prodotta rispetto al fabbisogno nazionale di una singola centrale.In sintesi quante ne occorrebbero per coprire l’inero fabbisogno e con quanti reattori?
2)non mi hai dato la risposta (non per colpa tua)
3)i paesi da te citati non mi paiono esempi di democrazie particolarmente evolute (le hanno volute i cittadini quelle centrali?),ricordiamoci cosa è successo qualche anno fa in Argentina.
4)l’enel è di azionisti privati.di per se non vuol dire niente.
5)mi sembra ottimistico
6) la risposta mi preoccupa, se dovessero veramente aderire in molti al nucleare come affermi l’uranio schizzerà alle stelle, sempre che non finisca prima.
7)mi linki i siti delle compagnie,se no ti devo credere sulla parola
8)il fatto che il referendum sia stato eluso non significa che questo debba accadere di nuovo e non mi sembra neanche corretto
9)gli impianti di VI generazione non esistono,forse tra 20 anni!
10)perchè neghi la possibilità di uno sviluppo tecnologico di altre fonti,da qui a 20 anni,20 anni fa non c’era nemmeno il cellulare!

Anche se sei stato molto gentile nel rispondermi non mi hai convinto, se le tue argomentazioni saranno più forti posso sempre cambiare idea però.
ciao e grazie!

24 05 2008
bob

ora sinceramente…..
qui c’e’ qcn che ha votato pd elle liberta sempre + provvisorie
mi state simpatici! io sono nel 25% degli aventi diritto che nn ha votato
Xo’ mi dovete spiegare come si fa a votare uno che ha fatto fallire l’italia
in 8 anni e mezzo di governo negli ultimi 13 anni …
c’entra il masochismo
c’entra il perdono che vi inculca la sacra romana chiesa
o che altro?
se mi rispondete mi sarete ancora + simpatici anche xche ora non c’e’ + niente da fare e dobbiamo solo pensare ognuno al ns sedere. Almeno su questo , a vs modo, sarete d’accordo!
ciao

24 05 2008
filippo

Bob non è questo il modo di convincere le persone.
Siamo in un momento critico e bisogna argomentare con le persone ragionevoli sui contenuti se no andiamo allo sbando.
Il programma del PD purtroppo è sostanzialmente identico a quello del PDL, non è il momento di scadere in un discorso fra tifoserie poco costruttive.
P:S:
Hai fatto bene a non votare.

24 05 2008
bob

oh..filippo!
nn c’e’ niente da discutere…il nucleare ora e’ una cagata pazzesca
ora che lo riuscirannoa fare l’enrgia elettrica e’ ventuplicata e nessuno andra’ + con la macchina!!! E L’URANIO SARA’ TROPPO CAROOOOOO!!!
POTEVA ESSERE NELL’86 E LI ABBIAMO SBAGLiATO!!!1
ORA SOLO FOTOVOLTAICO ED EOLICO!!
nn ci sono altre soluzioni
E’ GRAVISSIMO CHE SI PARLI DI COSE COSI’ OVVIE
meglio che ci da’ alla filosofia allora!!

25 05 2008
filippo

Non per tutti è ovvio quello che è ovvio per te.
Argomenta il tuo pensiero e suscita dubbi nel tuo interlocutore, altrimenti se viviamo di slogan facciamo il gioco di chi con gli slogan ha costruito un impero.

26 05 2008
Cristiano

A mio parere, come ha fatto notare filippo, in 10 anni si compiono passi da GIGANTE. Non serve una grande mente per guardare anche solo 10 anni fa e ora… bello il paragone che 20 anni fa praticamente non esisteva neanche il cellulare (o quasi)… e le potenze di calcolo dei computer? Erano a dir poco ridicole… nessuno sarebbe arrivato a pensare che quasi ogni individuo avrebbe avuto un pc (se non anche più di uno)! L’inquinamento non era neanche pensato e si andava avanti con la benzina super, col piombo… GPL e metano a malapena si sapeva cosa fossero. E il GPS? I primi esperimenti sulla clonazione? L’esplorazione di Marte?
Sono solo alcuni esempi… di cose che 20 anni fa non erano minimamente pensate e ora alcune di queste sono cose che utilizziamo tutti i giorni.

Personalmente ritengo che il nucleare non sia la soluzione ai nostri problemi. Semplicemente perchè arriveremmo in un momento in cui scoppia la “moda” del nucleare, già ora le scorte di uranio diminuiscono invece di stabilizzarsi o aumentare, figuriamoci con questo boom i prezzi come aumenteranno da qui a 10 anni. Guardiamo allora anche il petrolio… 10 anni fa come erano i prezzi? Credo più o meno metà degli attuali… con l’uranio andrà a finire così, se non peggio.
Inoltre quello che mi preoccupa sono le scorie radioattive… se già la gente non vuole gli inceneritori vicino casa propria, figuriamoci scorie radioattive!
Concludo dicendo che la famosa IV generazione di reattori non permetterà di ELIMINARE le scorie, ma di diminuirle… cosa ben diversa! Se le scorie venissero eliminate completamente, potrei già iniziare a sostenere il nucleare… ma dovendo gestire scorie radioattive, quando nel nostro paese non riusciamo a costruire un inceneritore e/o a gestire l’immondizia (vedi caso Napoli), direi nucleare NO!

P.S. cmq direi che è inutile parlare di IV generazione, tanto la nostra sarà al più una terza avanzata… forse! Se non una terza regolare…

27 05 2008
iotomy

Argomento caldissimo.

Con ordine.
1) Il fabbisogno nazionale è di 40 GW di media, una centrale ne copre da sola il 3.5%. Con 29 centrali nucleari (la Germania ne ha 32, la Francia 59) si soddisferebbe l’intero fabbisogno nazionale.
In Germania con 20000pale eoliche hanno soddisfatto il 5%. Hanno investito 43 miliardi di euro. Con gli stessi soldi 10 centrali nucleari e il 30% del fabbisogno.
2)Per soddisfare il protocollo di Kyoto, dei 40 GW, 13 devono avere zero emissioni. Ovvero servono 9 centrali nucleari. Dove non si sa. Sicuramente non in Piazza Duomo a Milano.
3)La spesa è comunque da mettere in conto pena le sanzioni di Kyoto. Con un mix di eolico più fotovoltaico la spesa per non incorrere in sanzioni sarebbe tra gli 80 (solo eolico) e gli 800 (solo fotovoltaico) miliardi a seconda del mix.
4) La gestione sarà di Enel ed eventualmente altri del settore Energetico. Impregilo semmai ci mette il grano per costruirle. Ma non credo.
5) Vanno a regime in poco più di un lustro. 6/8 anni.
6) L’uranio è presente in grandi quantità in USA, Canada, Russia, Australia.
La disponibilità sarà vasta, considerando che è già stato dimostrata la possibilità di riciclare gran parte dell’uranio irradiato. Sul costo del kWh, il combustibile influisce al 15% rispetto al 60/70% dei combustibili fossili. Quindi al raddoppio del prezzo, l’aumento sarà molto contenuto.
7) Tecnicamente diventano zone militari, pertanto il rischio di attentato è ridotto ai minimi termini. Gli errori umani li escluderei poichè è praticamente tutto automatico. Inondazioni e terremoti non sono problemi. Le misure di sicurezza antisismiche escludono ogni pericolo.
8) Quella del referendum abrogativo è una menzogna. Leggere i testi delle domande. La costituzione vieta referendum abrogativi relativi a trattati internazionali ed Euratom lo è. E’ stata venduta una cosa falsa.
9) La Generazione III plus! Ha tempi di smaltimento accorciati. Circa 300 anni. Fin’oggi le scorie sono state smaltite direttamente all’interno degli impianti.
La IV ridurrà ulteriormente le scorie ed entro il 2040 avremo la Fusione (ITER).
10) Le rinnovabili non saranno mai sufficienti per l’intera popolazione globale. Oggi solo 1/6 ha accesso all’elettricità.
I problemi sono di densità energetica. Pertanto di spazi. Di continuità di erogazione. Di impossibilità di accumulare energia a potenza decente. Ricordo che ciò che serve è potenza( la derivata temporale, cioè energia al secondo) e non energia. Le batterie sono inquinanti e molto meno controllabili delle cosiddette scorie.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro.
E di aver dato qualche motivo per essere meno diffidenti dal nucleare.
Per chi dice che Germania e altri stanno abbandonando il nucleare, ricordo che questo abbandono è posticipato di 20 anni. In sostanza i politici se ne lavano le mani dei problemi energetici e fanno bella figura parlando di rinnovabili.

PS. Non conoscete Franco Battaglia? Incredibile.

27 05 2008
Tetsuò

Scusa iotomy, ma dove hai preso questi dati?

Visto che sono diametralmente opposti a quanto letto in giro, in particolare sui costi delle centrali, sulla percentuale di energia rispetto al fabbisogno nazionale, sulla percentuale delle energie rinnovabili, sui tempi di costruzione, sui tempi delle scorie e sul loro smaltimento… e sull’abbandono della Germania (anzi lo smantellamento delle centrali in germania).

Non conosco Franco Battaglia :D

27 05 2008
iotomy

Sono uno studente di Ingegneria Aerospaziale e proprio un paio di settimane fa c’è stata la Conferenza dell’Associazione Italiana Nucleare (AIN) nella mia Università (il Politecnico di Milano). Abbiamo ricevuto una rivista, 21esimo Secolo, Scienza e Tecnologia, nel quale venivano riportati i dati più recenti, gli ultimi studi, le migliori tecnologie relative al nucleare.
Non voglio farne una questione ideologica, però alla conferenza si è presentato un tale Bonfiglio, autodefinendosi “inventore” ed in possesso di almeno 60 nuove tecnologie sul Rinnovabile, ha fatto riferimento a presunte barre d’uranio presenti nel Carso, ha ricordato che c’è stato un referendum abrogativo (menzogna) e ha urlato che comunque vada in Italia il nucleare non tornerà.
Siccome chi si proclama inventore è nel 100% dei casi un truffatore (vedere alla voce motore perpetuo), non è possibile vedere altro che opposizione ideologica ad una tecnologia che aiuterebbe a risolvere parecchi problemi energetici del Paese.

Battaglia è un Chimico Ambientale, una voce molto importante nel campo, scrive libri e articoli su IlGiornale(quotidiano del Padrone solo per i sinistri, ma che non ha mai disdegnato critiche nei confronti dello stesso Berlusconi).
E’ nel gruppo di Scienziati di Galileo2001.

PS. Ho notato in giro in internet che ci sono molti equivoci sulle unità di misura, chi parla di rinnovabile parla sempre di energia, mentre la parola chiave in energetica è Potenza. E molti fanno confusione tra kW e kWh. Sono due cose diverse, e ingannevoli.

27 05 2008
fazioso

iotomy ti ringrazio moltissimo per i tuoi interventi molto interessanti (anche gli altri ovviamente). Dai magari ti prendono nel comitato che studierà il rientro dell’Italia nel nucleare :D

29 05 2008
nicola

iotomy, confermo la serietà di Battaglia avendolo conosciuto personalmente come professore all’Università di Modena.

Essendo poi per lavoro vicino a produttori di pannelli solari, la loro effettiva resa “positiva” si avrà se le nuove tecnologie di produzione a basso prezzo avranno successo (so che il gruppo Marcegaglia è in testing), per ora il ritorno “globale” è in tempi molto lunghi (vi prego non rispondetemi che con il conto energia il rientro è breve, non sto parlando del ritorno al singolo ma del ritorno all’ambiente).

29 05 2008
Nicola Parente

Postate la lettera degli scienziati sul blog di Grillo, de La Destra ecc.?

1 06 2008
marco

bravo iotomy: studiare, studiare, studiare, poi parlare

24 02 2009
lorenzo

Scusate ho letto l’articolo e vorrei dei chiarimenti. Si è detto che il processo di trasformazione dell’idrogeno a fonte di energia disponibile ed utilizzabile come combustibile richiede processi che utilizzano una quantità di energia superiore rispetto a quella che offrirebbe l’idrogeno per così dire “lavorato”. Adesso voglio farvi una domanda. Qualche mese fa è stato detto al TG1 TEleGIORNAle nazionale italiano che in Cina è stata brevettata l’auto che va ad acqua (idrogeno?). ACQUA! Perchè gli scienziati qui non ne parlano. Perchè queste persone invece di scrivere lettere pro nucleare, guardacaso tutti ingegneri nucleari del Politecnico di Milano non ci METTONO la FACCIA in Televisione e si espongono apertamente con le loro stime miracolose sul nucleare o sul rinnovabile, aperti alle critiche??? Non abbiamo bisogno di vedere Uomini e Donne, venite voi con i vostri grafici a spiegarci come funziona questa roba sono convinto che gli ascolti sarebbero altissimi lo stesso. E come mai lo Stato tedesco ha investito ingenti risorse nel rinnovabile come citato da voi, i tedeschi erano pronti al nucleare dal termine della seconda guerra mondiale, perchè non lo hanno fatto oggi. Sono stupidi, o c’entra la NATO??? E DITElE STE COSE!!! Oggi Obama parla ma si parlava anche anni fa di come smaltire le scorie nucleari. E il TG1 oggi indica solo sporadicamente il fatto che in Italia si è votato ad UN REFERENDUM sul nucleare nel lontano 1987, non citando però che il referendum diede il risultato netto di NO da parte della SOVRANITA’ POPOlARE ITAlIANA SUl DISPIEGAMENTO DI CENTRAlI NUClEARI IN ITAlIA.

24 02 2009
fazioso

Per la cronaca il referendum non disse no al nucleare, andate a rivedere quali erano i quesiti

24 02 2009
tooby

Più che altro lo resero estremamente oneroso.

C’è da dire che, per quanto non abbia nulla contro il nucleare in sé, la vedo come una scelta sbagliata: altrove stanno aprendo centrali nucleari a una-due per volta per mantenere più che altro costante il peso nel portafogli dell’energia, investendo comunque nelle rinnovabili.

Da noi, invece, se ne vogliono aprire quattro in un colpo solo, togliendo risorse alle rinnovabili (passi l’eolico, ma non mi risulta che il sole manchi, in Italia). Mentre manteniamo cose assurde come il Cip6 per rendere conveniente i termovalorizzatori.

In altre parole, altrove puntano sulle rinnovabili, noi puntiamo sul nucleare: forse si poteva investire un po’ meno su quest’ultimo (magari aprendone un paio invece che quattro) e sviluppare le prime. Senza contare che nel 2020 dovremmo già avere centrali di quarta generazione (mentre noi ne apriremo delle nuove/vecchie di terza generazione) e che il malcostume italico rischia di portare i costi alle stelle e l’ultimazione verso il 2025. Insomma, rischiamo uno spreco totale.

26 02 2009
lorenzo

Ma guarda allora la faccio più esplicita la domanda: vorresti una potenziale Chernobyl sotto casa tua? se la gente non vuole i termovalorizzatori, le discariche e quant’altro ma almeno chiedetecelo.

26 02 2009
lorenzo

e cmq lo sanno tutti chi è franco battaglia: è quello di New Faces!!! :-)

2 03 2009
Rob

Oggi non si hanno i soldi neanche per mantenere i posti di lavoro, per la sanità, l’istruzione e 1000 cose più importanti che costruire centrali nucleari.
Senza contare che tutti pensano a fare nuova energia invece che risparmiarla!
Non ci vuole uno scienziato per eliminare le lampadine alogene, promuovere i led o un pannello solare per casa.
Poi ragazzi stiamo parlando dell’Italia! Abbiamo ancora le piscine piene di scorie nucleari delle centrali degli anni 60! Mi immagino poi la mafia sopra a ste centrali.

In toscana entro il 2010 il 55% dell’energia che serve alla regione verrà ricavato da fonti geotermiche, oggi siamo al 33%. Altro che nucleare!

Se devo pensare ad un futuro e hai miei figli, mi vergognerei ad essere stato l’autore della loro rovina.

Non posso permettere che ricadono su di loro, l’errori di un vecchio con il pannolone che sta al governo.

Dovranno passare sul mio corpo prima di costruirne una.

26 05 2009
Gianina

dovevo studiare fisica nucleare per rendermi conto che su questo argomento c’è molto pregiuzio.
E in effetti come ogni persona ragionevole sono condizionata dal non ritenere una barzelletta tutto quello che esce dalla bocca di Berlusconi, senza pensare che dietro di lui ogni tanto (ma sono casi piu’ unici che rari) c’è qualcuno di competente.
alla luce dei recenti studi vi espongo un semplice calcolo:

1 kg di petrolio produce 5 kwh
1 kg di carbone produce 3 kwh
1 GRAMMO di Uranio produce 7.000 kwh

ragazzi qua non si parla di decine di volte… ma di grandezze un milione di volte piu’ grandi!
sinceramente la quantità di scorie radioattive che potrebbero prodursi da una centrale nucleare non mi preoccupano piu’ della quantità di rifiuti che produciamo nelle nostre città( incommensurabilmente superiore ) e soprattutto delle centrali di produzione d’energia derivante da combustibili fossili che immettono nell’atmosfera non so quanti milioni di tonnellate di CO2.
Cioè io ho dietro casa 20 km di coste meravigliose(un tempo) devastate dagli stabilimenti petrolifici tra augusta-melilli-priolo che rilasciano nelle acque dove NOI facciamo il bagno cancerogeni, mutageni, teratogeni ,neurotossici e chi piu’ ne ha piu’ ne metta..
ora io ad un cancro certo preferisco un deposito di scorie nucleari che almeno stanno lì tranquille dove nessuno le tocca (perchè vi ricordo che pur essendo radioattivo le miniere di uranio esistono anche in natura) e una centrale nelle vicinanze che tral’altro mi garantisce acqua calda gratuita e che immette nell’atmosfera ESCULIVAMENTE vapore acquo.

riguardo le rinnovabili io sono d’accordissimo sul fatto che debbano essere le prime fonti di energia ma se prima che avvenga ciò si parla di vent’enni con i ritmi che abbiamo nell’inquinare qua rischiamo veramente di non arrivarci! nel frattempo bisogna mobilitarsi.

ps. vi parla una che a forza di pregiudizi al Nucleare era contraria ma che studiando un paio di ripensamenti li ha avuti..

5 06 2009
Humanurine

Mamma mia l’ignoranza dilaga!

Sapete che esistono technologie per costruire centrali eoliche di un Gigawatt (invece non ce abbastanza uranio per fornire una centrale di un gigawatt per 10 anni, piu o meno. Tra 50 anni siamo punto e capo , come per il petrolio).
Guarda su Youtube “1GW wind turbine Maglev” viviamo nell’ignoranza! Come mai non ne parla nessuno… chidiamo a Sarkozy.

Il futuro è adesso! Ci sono i generatori eolici ad asse verticale, alcuni sono persino belli da veder(a spirale tipo DNA), non disturbano gli uccelli e sono silanziosi. Sono le grandi industrie a gestire il mercato a dirigerlo verso quelle orrende e gigantesche pale eoliche, o verso gli inefficienti pannelli fotovoltaici.

Con il piccolo ed il decentralizzato non si fanno soldi, si puo persino costruire da se!

Cerchate Archimede un invenzione del nostro caro Rubbia (fatta pultroppo in Spagna come Colombo… ci manca solo che tra qualche anno rivendichino la cittadinanza spagnola!)

E per non dimenticare le parabole per la cocentrazione solare, e gli impianti a gassificazione di biomassa, il futuro gentili signori e la decentralizzazione.

Questi politici vogliono solo riempirsi le tasche…. non gliene frega niente dell’ambiente e della salute, loro sono ricchi e protetti (pultroppo e la realta!)

Andiamo a vivere in campgna! Non Consumate! allora costoro morirano di fame! o meglio (per non essere crudele) perderanno la fama! ;-)

CIAO

13 06 2009
vittorio

Sono favorevole all’intenzione di rendere indipendente il pnostro paese da forniture estere ma pongo alcune domande cui vorrei fosse data risposta:
1- quali sono le strategie di acquisto del combustibile previste per alimentare le future centrali nucleari? Acquisto di uranio arricchito da altri produttori – Presa in carico di una miniera di minerale di uranio e realizzazione della filiera produttiva di uranio arricchito, e lo smaltimento dei rifiuti radioattivi.
2- quali sono le reali previsioni di smaltimento delle scorie e dismissione delle centrali, è stato individuato il sito di stoccaggio che dia garanzie di contenimento delle radiazioni per tutto il tempo di decadimento della radioattività?
3- quali sono gli investimenti pubblici previsti nel’intero ciclo di vita delle centrali?
4- In caso di incidente rilevante il risarcimento alle popolazioni colpite sarà garantito dallo stato o dalle società titolari delle centrali?
5 – In questi giorni di esprimerà il consiglio di stato sulla realizzazione di una discarica di materiale radioattivo nel comune di Borgo Marengo a seguito di un decreto in difformità dalla recente normativa approvata dal governo in materia di energia nucleare, non sarà il promo passo per diventare il primo paese al mondo che autorizza dscariche superficiali di materiali radioattivo?
Vi sarei molto lieto se pubblicaste risposte esaurienti a queste domande per informare correttamente sia che è favorevole ma soprattutto chi è contrario, perchè in presenza di adeguate garanzie anche i puù forti pregiudizi potrebbero venire meno.
Saluti a tutti
vittorio cattaneo

23 06 2009
Gianina

x HUMANURINE

per prima cosa quella della centrale eolica da un gigawatt è solo un progetto.
esistono progetti anche per il riutilizzo delle scorie nucleari…

poi se avessi letto bene il mio intervento come la lettera che ha dato inizio a questo dibattito avresti notato che qui nessuno è contrario alle rinnovabili, ma anzi ne incentiva le ricerca e l’utilizzo.
Prima di parlare di ignoranza informati, magari scopri che la maggior parte dei professori, studenti, scienziati, ecc.. favorevoli al nucleare lo è nella prospettiva di quest’ultimo come alternativa al petrolio, e NON all’energie alternative.

c’è una differenza sostanziale tra uranio e petrolio in termini di impatto ambientale, ed è ovvio che si pensi al nucleare NELL’ATTESA CHE LA RICERCA SULLE RINNOVABILI PORTI A RISULTATI SIGNIFICATIVI(e questo, stai attento, non significa non integrarne l’uso fin da ora).

infine viene da chiedersi.. se anche i paesi che hanno investito di più sulle energie alternative si ritrovano a compensare la maggior parte dell’energia con il nucleare un motivo ci sarà, no?

23 06 2009
Gianina

dimenticavo.
mi dispiace Vittorio ma io non saprei risponderti. non perchè non voglia ma perchè le tue sono domande piuttosto tecniche per quanto riguarda le strategie d’aquisto(non le so per l’uranio come non lo so per la benzina o per il metano con la quale cammina la mia macchina) e politiche per quanto riguarda gli investimenti pubblici, eventuali risarcimenti o comunque le scelte da prendere in materia.
sorry.. ciao!

26 06 2009
Humanurine

x GIANNINA

Cara Giannina
se si pensa cosi ci sarebbero ben poche domenade da farsi!

Perche si fanno le guerre? perche nazioni cosi “denocratiche” come USA fanno guerre in nazioni povere, indifese, incivilizzate…. solo per portare la “democrezia”! ed il benessere!
Perche nazioni come l Italia, la germnia, la spagna etc… mandano soldati per missionidi pace… davvero la pace si porta con i soldati ?, ce da crederci…

Be io ho studiato approfonditamente il potenziale delle energie rinnovabile, ed il punto é che non ci sarebbe proprio biogno del nucleare, si puo fare benissimo anche senza!

Bisogna cercare nel posto giusto, ci sono dei report che lo confermano.
Solo l energia geotermica attualmente utilizzabile corrispone a quattro volte il consumo mondiale…. ce da crederci… be chi ha fatto questi studi non ha grossi interessi economici come quelli del petrolio ed il nucleare.
Ognuno propone le soluzioni piú appropriate dal proprio punto di vista e convenienza, un industria nucleare pubblicizza ovviamente il nucleare.
Potrebbe anche funzionere e filare liscio! ma il punto perche assumersi certi rischi ci sono altre alternative!
Senza pensare agli inconvenienti del nucleare, oltre alle scorie, il noto cancro alla gola in bambini che vivono in prossimita delle centrali.

Per porre un altro esempio non solo di progetti futuri ma bensi di realtá storiche, esistono vecchie tecnologie che permettono di utilizzare il processo di gassificazione su piccola scala, per bruciare cippato di legno (ossia pezzetini di legno) per far camminare automobili… questa technologia, permette di produrre e bruciare Idrogeno prodotto dal legno. Bruciare in modo pulito!

Durante la seconda guerra mondiale, questa é stata l Alternativa al petrolio, cerca Woogas cars oppure in tedesco Holzags auto, le immaggini basteranno.

La potenziale paura di avere una centrale in esplosione, o di essere contaminati ci renderá schiavi….un po come la paura del terrorismo che ci rende schiavi del governo che ci sta proteggendo (qalunque esso sia destra, sinistra etc.)

Avere energia economica, decentralizzata…. sarebbe un grosso passo verso la libertá ed indipendenza ma forse é solo colpa, nostra forse non siamo ancora pronti.

Sarebbe secondo voi questa utopica situazione conveniente ai governi( qualsiasi esso sia).

Grazie per la possibilita di condividere i miei pensieri, e per l attenzione posta.

31 07 2009
billy

che bello non vedo l’ora che le costruiscano a casa vostra ^^
poi parleremo insieme di nuove malattie misteriose e speculazioni insesistenti. uno può essere di destra o sinistra ma levati la prosciutella dagli okki xD

12 08 2009
ecosole

” pannelli solari, informazioni pannelli solari, moduli fotovoltaici…visita il sito ”

http://ecosole.wordpress.com

http://www.modulefotovoltaice.com

“pannelli fotovoltaici, impianti fotovoltaici, moduli fotovoltaici, pannelli solari fotovoltaici, pannelli solari, celle fotovoltaiche,moduli fotovoltaici, produttori, produzione energia elettrica, produzione, distribuzione , vendita, installazione, fotovoltaico Italia , Napoli , Salerno , Caserta , Avellino , Benevento ,Campania, Abruzzo , Basilicata , Calabria , Emilia Romagna , Friuli Venezia Giulia , Lazio , Liguria , Lombardia , Marche, Molise , Piemonte , Puglia , Sardegna , Sicilia , Toscana , Trentino Alto Adige , Umbria , Valle D’aosta , Veneto , Europa “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: