Grillo e la balla sulla casa in Svizzera

1 12 2008

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Il fatto

Beppe Grillo sceglie casa in Ticino. Secondo quanto scrive il domenicale ‘Il Caffè’ e riporta il portale della svizzera italiana ‘tio.ch’, il comico avrebbe deciso di andare a vivere a Lugano. Grillo ha preso casa in un appartamento, che potrebbe essere adibito a ufficio nella zona di Lugano-Paradiso. L’abitazione con vista sul golfo non è lontana da quella di Mina.

“Sì, ho comprato un appartamento nel quartiere Lugano-Paradiso perché se mi oscurano il blog sono pronto a ripartire il giorno stesso con Beppegrillo.ch o Beppegrillo.eu. Sono un pò preoccupato perché ogni mese c’è qualche leggina, qualche decretino che riduce le libertà e che viene annunciato sempre per il bene della rete…”. Il comico spiega di “aver già trasferito anche i master del blog”.

“Speravo che la notizia non si diffondesse”. Non vuole che venga interpretata come una scelta ” codarda”. “Non è una fuga dalle tasse, per intenderci. L’eventuale trasferimento- assicura Grillo- riguarderebbe solo il blog, non me”. “E’ una mossa per tutelarmi -ribadisce Grillo-.Se mi dovessero impedire di continuare a scrivere quello che voglio, lo trasferirei. Mi sto attrezzando per andare avanti. Tutto qui”

Da quando per aprire un blog su un server all’estero bisogna spostarsi lì e comprare un appartamento sul lago? E da quando qualcuno vuole censurare Grillo? Le sue idiozie sono talmente spassose che gli dovremmo fare un monumento.

About these ads

Azioni

Informazione

15 risposte

1 12 2008
tooby

Per la legge 62/2001 quasi tutti i siti web scritti da italiani in Italia, sono da registrarsi in Tribunale. La legge, ovviamente, non viene applicata estensivamente, ma solo quando un blog dà troppo fastidio (si veda il caso del sito di Carlo Ruta, chiuso di recente per stampa clandestina).

Sull’appartamento non saprei dire: volendo usare buona fede, si può presumere che possa essere usato dalla sua redazione.

9 12 2008
stefomec

Ne farei (ne faremmo, forse sarebbe meglio dire) volentieri a meno delle facezie di questo Grillo, senza ombra di dubbio!

10 12 2008
giambattista salis

almeno si capisce veramente che Grillo è un bluff.
ti ho messo tra i miei link.
a presto, GB

13 12 2008
clem

ci rimanesse lui in Ticino.Ma tanto in Italia già è contestato dal suo stesso *popolo* che a Bologna gli ha detto un grande *vaffa..*
Anch’io ti vado a mettere, come giambattista,tra i miei link
saluti,clem

13 12 2008
fazioso

Clem e giambattista vi ho aggiunto tra i miei links, grazie :)

5 01 2009
Aldo Guarino

Da quando in qua è contro la legge acquistare un appartamento sul lago in Svizzera ?

TUTTI vogliono censurare Grillo ma, per adesso, nessuno lo ha ancora fatto per paura della reazione dei suoi sostenitori, ma ci si stanno avvicinando piano piano.

Rileggetevi il commento di tooby.

7 01 2009
Francesco

quello che dice tooby è vero e rende inutile questo articolo.

fazioso, ti ricordo che l’inutile grillo ti permette di non pagare le tasse aggiuntive sulle ricariche del tuo cellulare.

7 01 2009
fazioso

Inutile questo articolo? Grillo è stato sbeffeggiato da tutti i giornali e tutti hanno fatto notare che per aprire un blog all’estero non c’è alcun bisogno di prendere una casa in quel luogo (non che ci volesse una cima per capirlo)

7 01 2009
Tooby

Non è totalmente vero. La legislazione riguardante internet è difficile ovunque (essendo internet globale), ma ci sono alcuni punti fermi. Uno è lo ius soli: applicandolo ai blog significa che se un blog è hostato in Italia, la sua chiusura è compito della magistratura italiana; allo stesso modo, se chi scrive è in Italia, è perseguibile in base alle leggi italiane.

In poche parole, se, nella “produzione” degli articoli qualcosa passa dall’Italia, la magistratura italiana è competente, anche se i server sono negli USA. Grillo, spostando tutta la sua produzione (sé stesso, la sua redazione, i server, etc), esce dal consorzio civile italiano e non è più soggetto alle sue leggi. (Non è comunque vero che scampa del tutto alla legge italiana, visto che lui è comunque italiano e che la Svizzera non sono le Cayman: c’è il filtro della magistratura elvetica, nel caso di una richiesta di estradizione, che valuterà se Grillo viene perseguito per reati politici, ad esempio, e, se è così, la negherà).

8 01 2009
tabache

e comunque sia, non è reato comprare una casa in svizzera. Non vuol dire niente. Bisogna accusare quando ci sono delle prove VERE. Se no qua non si capisce più niente (gia è molto difficile ora riuscire a districarsi). Non si può fare un baccano del genere solo perchè Grillo si è comprato una casa in Svizzera.

8 01 2009
tabache

dimenticavo,
c’è da dire che la storia del “BLOG OSCURATO” non è neanche una fantasia tanto strana.
é già successo che dei blog politicizzati sono stati oscurati.
per esempio quello di (fatto oscurare da Emilio Fede)

8 01 2009
tabache

volevo scrivere “quello di Piero Ricca”

p.s. cavolo non c’è la preview dei commenti in questo blog /-:

8 01 2009
fazioso

Ripeto Grillo dice che ha comprato l’appartamento in Svizzera cosi il giorno dopo la censura potrà aprire beppegrillo.ch.
L’obiezione è semplice: non serve nessun appartamento all’estero per aprire un blog in svizzera
Non è cosi difficile da capire e non affannatevi + a difendere l’indifendibile

8 01 2009
Tooby

Io però, in base alle mie conoscenze giuridiche, ti ho ben dato delle ragioni: perché un blog possa ricadere nella giurisdizione italiana serve almeno una di queste condizioni:

1) autore di cittadinanza italiana;
2) autore in Italia;
3) server in Italia.

Al momento Grillo le ha tutte e tre. Trasferendosi armi e bagagli in Svizzera se ne toglie due, mentre per la terza è al riparo grazie alla legge svizzera (almeno finché la magistratura elvetica ritenga Grillo un perseguitato politico, altrimenti verrà estradato).

8 01 2009
fazioso

Ma Grillo non ha dato queste motivazioni per la sua scelta. Rileggete l’articolo.
Lui prende l’appartamento in svizzera cosicchè il giorno dopo la censura può aprire il blog in svizzera. Insomma fa capire che affinchè possa aprire il blog in svizzera deve comprare la casa.
Inoltre lui non ha detto che prenderà la cittadinanza in svizzera e ha detto chiaramente che sarà solo il blog a essere trasferito, non lui.
Rileggete bene le sue parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: