Salento come Napoli in emergenza rifiuti e anche qui la colpa è della sinistra

6 01 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

La situazione rifiuti nel Salento ha preso ormai la forma dell’emergenza

Una settantina di comuni, per oltre 450mila abitanti, quelli che ricadono nel territorio delle Ato Lecce/2 e Lecce/3, annaspano sotto una coltre di immondizia. L’invito delle autorità ai cittadini, espresso tramite manifesti e ordinanze, è di resistere fino alla soluzione dell’emergenza, non lasciando i sacchetti per strada. Ad Ugento, dove nasce il focolaio che investe come un’onda, di riflesso, ormai metà del Salento, i manifestanti continuano a bloccare l’accesso ai camion della spazzatura, opponendosi energicamente all’utilizzo della discarica. Intanto i rifiuti restano a marcire negli autocompattatori, che già nelle prossime ore potrebbero non essere più in grado di trattenerli.

E nelle ultime ora sono incominciati gli incendi dei cassonetti

I vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, in provincia di Lecce, hanno dovuto effettuare cinque interventi ieri sera, dalle 20,45 ale 23,30, per spegnere le fiamme che si erano sviluppate presso cassonetti di rifiuti e che hanno interessato cumuli di spazzatura accantonati nei pressi. Cassonetti colmi di rifiuti si segnalano in diversi centri del Salento. La situazione sta diventando difficile. Da quattro giorni non viene raccolta la spazzatura.

Una situazione veramente pericolosa, conseguenza di un certo immobilismo

La raccolta differenziata che non c’è, gli impianti che ancora tardano, un sistema che continua ad affidarsi quasi interamente sulle discariche. e il sistema resta ancora in equilibrio lo si deve al fatto che la Puglia continua a depositare 1,9 milioni di tonnellate l’anno nelle sue 17 discariche, molte delle quali sono ancora private nonostante una legge regionale che lo vieta. Eppure, per ridurre lo stoccaggio, il piano rifiuti di Vendola puntava al 55% di raccolta differenziata: un obiettivo ancora lontanissimo, dal momento che siamo fermi all’11%. Tutto questo meccanismo ha bisogno di discariche più piccole rispetto a quelle attuali, ma soprattutto di impianti: biostabilizzazione, selezione, compostaggio, per non dire degli inceneritori. Il problema è proprio che non tutti gli impianti sono stati completati. La discarica di Giovinazzo, per dire, è quasi esaurita e dei nuovi impianti nemmeno l’ombra. L’elenco è ancora lungo, nonostante la Regione dica di aver completato «4 impianti su 8». E poi c’è l’impianto di Trani (dove Fitto aveva previsto un termovalorizzatore che Vendola ha cancellato)

Fortissime le polemiche politiche e le accuse del centrodestra verso una sinistra che anche in questa regione, opponendosi a nuovi impianti e non facendo nulla per risolvere la situazione, sembra intenzionata a copiare il modello indecente di Napoli

Il Salento come Napoli, titola il principale quotidiano pugliese, noto per la sua meritoria prudenza. La verita’ e’ che a rischio-Campania, in materia di rifiuti, e’ gran parte della Regione Puglia. Ma se parte della Puglia e’ ormai palesemente a rischio-Campania, crediamo che Vendola e Losappio farebbero bene ad evitarci la vergogna rappresentata dal permanere nelle posizioni di vertice di quella Regione di personaggi come Bassolino e Iervolino, che li hanno soltanto anticipati nello stesso fallimento

e ancora

La graduale chiusura o dismissione delle discariche della Puglia, quindi anche del Salento, non e’ certo merito del Commissario Vendola  era invece prevista dal Piano Fitto e andava di pari passo con le previsioni di entrata in funzione degli impianti i cui contratti Vendola ha firmato con quasi due anni di ritardo. Quando a giugno 2005 Vendola subentro’ a Fitto trovo’ tutte le gare concluse e, nella maggior parte dei casi, l’avvenuta aggiudicazione alle aziende vincitrici. Nonostante il Tar avesse gia’ rigettato gran parte dei ricorsi, Vendola non firmo’ i contratti cominciando a farlo solo nell’autunno del 2006. Nel frattempo unico atto ascrivibile al Governo Vendola fu la follia ideologica con cui venne cambiato il piano dei rifiuti di Fitto, con la soppressione dei termovalorizzatori e la assurda previsione che la Puglia in pochi anni dovesse raggiungere la quota del 55% di raccolta differenziata

Insomma la regione Puglia è in difficoltà nella gestione dei rifiuti come in Campania e qui come a Napoli governa la sinistra.

Questi sono i risultanti dal momento in cui si è deciso di non costruire i termovalorizzatori, di rimandarne la loro entrata in funzione e di puntare tutto solo e soltanto sulle discariche. Ma quando gli spazi delle discariche si esauriscono, cosa succede? Questi sono i risultati dell’ottusità della sinistra

Vota quest’articolo su OK Notizie e su Wikio

About these ads

Azioni

Informazione

21 risposte

6 01 2009
Paolo B.

Quante falsità sono state scritte!

6 01 2009
Napolibit »  Salento come Napoli in emergenza rifiuti e anche qui la colpa è …

[...] Il Salento come Napoli, titola il principale quotidiano pugliese, noto per la sua meritoria prudenza. La verita’ e’ che a rischio-Campania, in materia di rifiuti, e’ gran parte della Regione Puglia. Ma se parte della Puglia e’ ormai … Leggi la notizia alla fonte » [...]

6 01 2009
angelo d'amore

la eco che avra’ la citta salentina sara’ minima. parlare male di napoli e’ lo sèport piu’ bello al mondo.
poi nel salento non c’e’ un altro saviano.

6 01 2009
Salento come Napoli in emergenza rifiuti e anche qui la colpa è della sinistra | Yourpage live news aggregator

[...] Questi sono i risultanti dal momento in cui si è deciso di non costruire i termovalorizzatori, di rimandarne la loro entrata in funzione e di puntare tutto solo e soltanto sulle discariche. Ma quando gli spazi delle discariche si esauriscono, cosa succede? Questi sono i risultati dell’ottusità della sinistra Vota quest’articolo su OK Notizie e su Wikio [...]

7 01 2009
fazioso

x Paolo: quali falsità?
x Angelo: in effetti non ne parla nessuno ma l’emergenza è reale e le colpe chiare

7 01 2009
strategia replay del centrodestra

I rifiuti sono una tattica dei mafiosi di destra e del governo berlusconiano che mira a screditare la classe politica che governa una determinata regione. Ora in vista delle nuove elezioni in Puglia stanno preparando il terreno per dire altre cattiverie tipo come é capitato in Campania. Sono gli imprenditori disonesti la rovina di questo paese! Ma voi non lasciatevi ingannare e al momento opportuno… menategliela in quel posto a quei maiali di Fitto, Di Cagno A., Monteleone, Gasparri, Berlusconi…

7 01 2009
fazioso

Si come no, in Campania è tutta colpa dei destri brutti e cattivi :D
E anche in puglia si mettono a creare disagi alla popolazione per vincere le elezioni. E’ colpa loro sisi, non di quelli che bloccano i termovalorizzatori

7 01 2009
strategia replay del centrodestra

questa é un’altra storia… e poi te parli cosi perche non hai un termovalorizzatore sotto casa e magari sei anche ricco

7 01 2009
fazioso

decidetevi in molte regioni senza termovalorizzatori i risultati poi sono questi. Solo con la raccolta differenziata magari in regioni dove non c’è mai stata non si risolve nulla. Va fatta una strategia su + fronti. Con i sinistri del no a tutti i costi ecco i risultati, rivolte, cassonetti incendiate, discariche stracolme. Cosi a napoli cosi in salento

7 01 2009
strategia replay del centrodestra

io non ho detto no ai termovalorizzatori! ehmm… te sei convinto che non c’é mafia dietro lo smaltimento dei rifiuti? complimenti sei l’unico al mondo

7 01 2009
blogring.org

Blogring per eventi+napoli…

Blogring per eventi+napoli…

8 01 2009
Berluscano

Effettivamente Berlusconi a Napoli ha fatto il miracolo:
a) Ha messo a tacere i capibastone della destra, che una volta caduto il governo Prodi hanno tranquillamente accettato la spazzatura nelle stesse discariche che prima difendevano con le barricate
b) Ha mandato di nuovo i rifiuti al nord, da quelle regioni (Lombardia e Veneto in primis) che prima piuttosto avrebbero fatto saltare i loro termovalorizzatori (del resto, i salariati non discutono con il padrone, eseguono)
c) NESSUN termovalorizzatore è stato attivato in Campania, nè mi risulta che Napoli sia improvvisamente al primo posto della raccolta differenziata… quindi dove sono finiti i rifiuti ora? Semplicemente, oltre ai siti di cui ai punti A e B…. di nuovo nelle discariche clandestine della camorra….
Vorrei aggiungere che Palermo vive un’emergenze rifiuti peggiore di quella pugliese… ma si sa, a Palermo non c’è un sindaco di sinistra che possa mettersi di traverso…

8 01 2009
Berluscano

Vorrei aggiungere che in Emilia, in cui ho la grande fortuna di vivere, i sinistri del no hanno dato il loro contributo alla soluzione del problema di Napoli con entrambi i governi… e da noi le cose, nel complesso, posso dire che funzionano…

8 01 2009
Berluscano

Per curiosità, quale sarebbe “il principale giornale pugliese” ??? solo per sapere da che pulpito viene la predica…. magari dallo stesso schieramento che (parole di Fini) doveva fare della Puglia “L’Emilia della Destra” e invece ha condotto il comune di Taranto (tanto per fare un esempio eclatante) alla bancarotta (fraudolenta?)

Mi dispiace per la Puglia, che i politici di destra pensino prima al benessere personale e poi bene pubblico….
Del resto i pugliesi per eleggere un comunista gay dovevano avere apprezzato a fondo il buongoverno dell’indagato (e non certo autosospeso o espluso dal partito) Fitto !!!!
Sempre se non mi sbaglio il sindaco Di Bello (allora FI) è stato condannato a 16 mesi per irregolarità negli appalti per l’inceneritore… almeno si capisce perchè volevano tanto costruire il termovalorizzatore !!!!
Saluti a tutti gli smemorati del centro destra…..

8 01 2009
fazioso

Curiosa la tua spiegazione del caso napoletano. Sembra quasi che alla fine la colpa di quanto successo sia stata del centrodestra. Se era cosi facile risolvere il problema come mai non ci è riuscito Prodi? Eppure governavano e governano regione, provincia e comune e i rapporti con la camorra sono tanti nel centrosinistra.
Come mai Prodi non ha mandato allora tutti i rifiuti nelle regioni del centrosinistra se era cosi facile, ricordo che al momento solo 5 regioni (di cui una è il molise) sono governate dal centrodestra. Se era cosi facile per lui lo sarebbe stato doppiamente visto che il centrosinistra governa decine di regioni.
I termovalorizzatori con la sinistra venivano completamente bloccati, berlusconi li ha sbloccati e tra non molto quello di agnano va in piena attività.

Riguardo la puglia i fatti sono chiari. Vendola ha bloccato i termovalorizzatori, sperato che in 2 anni la differenziata arrivasse al 55% (assolutamente ridicolo) e gli impianti in costruzione sono tutti in ritardo tranne uno.
Il buongoverno della sinistra, complimenti

Dove ci sono problemi di rifiuti c’è sempre la sinistra, vedi anche il lazio

8 01 2009
Berluscano

Sulle mancanze del centrosinistra (Bassolino doveva dimettersi) posso essere d’accordo, dovremmo fare un gran repulisti anche noi… ma vorrei farti presente che tutte le regioni del centro sinistra hanno a suo tempo dato un contributo, ma certo non potevano fare tutto da sole, le regioni del centrodestra hanno fatto blocco contrario, cambiando ovviamente idea appena passata la buriana !!!!
Almeno quelle di centrosinistra non hanno fatto altrettanto (anche l’emilia ha aiutato a smaltire i rifiuti campani sotto il governo Berlusconi, atteggiamento ben diverso da quello formigoniano)
Sicuramente nel problema campano, come attualmente in puglia, la destra (il centro ormai l’hanno perso da tempo, come concetto di equilibrio) ha fatto moltissima campagna elettorale senza riguardo a ciò che doveva essere fatto.
Certo che se Prodi avesse fatto dare due manganellate a chi presidiava le barricate, avremmo avuto qualche problema in meno e qualche consigliere di AN ammaccato in più….
Ma tant’è, le manganellate fanno parte del DNA della controparte, non del PD !!!!

Inoltre noto la tua assoluta amnesia riguardo al fatto che i termovalorizzatori sono previsti da anni in puglia, ed il centrodestra (che ha governato per MOLTO più tempo del povero Vendola) ha pensato più ad ingrassarsi che a realizzarli (vedi casi Fitto e Di Bello)
Inoltre non mi sembra che, ad esempio la sicilia sia governata dal centro sinistra, eppure bruciano i cassonetti anche a Palermo….
Ed infine ti garantisco che l’Emilia, governata da sempre (per sua fortuna) dalla sinistra, nn ha certo i problemi di rifuti del Lazio (ti ricordo che Storace ha appena mollato la poltrona, ed i miracoli, quelli veri e non televisivi, non si fanno in poche settimane….)

13 01 2009
strategia replay del centrodestra

… ma poi basta capire e guardare che cosa ha fatto il Berlusc quando é andato al potere: leggi x tutelare il suo culo e non quello dei cittadini e dei disoccupati, soldi alle banche che sono i primi ladri, tagli alla scuola, alla polizia… essí tanto x lui sí che c’é sicurezza: se ne và girando con dieci spallacce e la sera alla casa lo aspettano venti mignottacce!! (come le ministre che ha eletto)
(rischiamo a parlare cosí… quello potrebbe pure mandarci qualche funzionario o mafioso ad ammazzarci!)

23 01 2009
Bart

il berlusc se ne và girando con una scorta armata e noi cittadini non possiamo neanche fare una passeggiata in campagna con tutti sti cani randagi e mascalzoni maledetti! e se poi uno tipo me si difende e magari ci scappa il morto ce ne andiamo pure in galera! fanno bene ad aumentare i carceri visto ke ci dovrebbero andare tutti sti governanti fascisti di merda

25 01 2009
LA VITA MIA

Aborto? Obama ha sbagliato! é vergognoso lasciare a delle ragazzine decidere x la vita di un essere umano… sembrano arrivati i tempi della fine del mondo: quando vedrete che verrà profanato il luogo sacro allora sarà la fine e tutte le nazioni della terra piangeranno

28 01 2009
Brasilia

Costanzo, Fede e tutti i terroristi di destra stanno addirittura invitando a boicottare viaggi e prodotti del Brasile che invece è un grande paese che noi amiamo. Perche non si arrestano da soli loro piuttosto: la Mussolini ad esempio è parente a uno che ha fondato il nazismo…

28 01 2009
Forza IDV

Di Pietro ha fatto bene anzi si é mantenuto anche troppo perche difronte a una crisi così grave il governo pensa solo alle banche e ai processi suoi e Napolitano nient’altro fà che dargli manforte. Ma ormai Berlusconi và alla deriva per le troppe porcherie che ha combinato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: