Ottimo intervento del governo: approvato DDL-Reati sui Minori

13 02 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Il Consiglio dei ministri ha approvato un ddl con modifiche del codice di procedura penale e civile per rafforzare la protezione dei minori contro gli atti di violenza e di abuso. Il provvedimento e’ stato approvato all’unanimita

Nel particolare

ROMA – Pene più severe per chi recluta i minori per farli prostituire o li sfrutta in tal senso (da 6 a 12 anni di carcere e fino a 150 mila euro di multa), ma anche per chi compie atti sessuali a pagamento con un minorenne tra i 14 ed i 18 anni (da 6 mesi a 4 anni di reclusione e fino a 6mila euro di multa). Termini di prescrizione raddoppiati per gli abusi sessuali commessi a danno di minorenni. E ancora, un’autorità nazionale (il ministero dell’Interno) per la raccolta di “dati biologici” (il dna) di chi è condannato per reati sessuali. Sono questi i contenuti del disegno di legge approvato oggi “all’unanimità”, come spiega il ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna, dal Consiglio dei ministri. Il ddl ratifica la Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale e prevede “modifiche al codice penale e al codice di procedura penale”, in direzione, sottolinea Carfagna, di una “maggiore tutela dei minori”. è prevista anche una eliminazione di parte delle attenuanti per abusi commessi a danno di minori.

In particolare il ddl, all’articolo 3, prevede l’istituzione di una Autorità nazionale (il ministero dell’Interno) che dovrà conservare “il dna e i dati biologici di chi è condannato per reati sessuali, in modo da agevolare le indagini”, illustra Carfagna. Quanto al codice penale, vengono raddoppiati i termini di prescrizione per i reati di abuso sessuale commessi a danno dei minori di 14 anni.

Viene configurata, poi, una nuova forma di associazione a delinquere, quella finalizzata alla commissione di reati quali la prostituzione di minore, la pornografia minorile, la detenzione di materiale pedopornografico, la pedopornografia diffusa via Internet, la violenza sessuale (in tutti questi casi la detenzione va da 4 a 8 anni), la corruzione di minorenne, la violenza sessuale di gruppo (la detenzione va da 2 a 6 anni).

Chi recluta o induce alla prostituzione un minore o lo sfrutta a fini sessuali rischia da 6 a 12 anni di carcere e una multa da 15mila a 150mila euro. Chi compie atti sessuali a pagamento con un minorenne tra i 14 ed i 18 anni rischia da 6 mesi a 4 anni di reclusione e fino a 6mila euro di multa. Le pene sono aumentate da un terzo e fino alla metà se il minore ha meno di 16 anni. E non si ci si può appellare al fatto di non conoscere l’età della persona offesa.

Pugno duro anche con chi usa un minorenne per produrre materiale pornografico: da 6 a 12 anni di reclusione e fino a 240mila euro di multa. Chi assiste a spettacoli porno con minori rischia invece fino a 3 anni e fino a 6mila euro di multa. Si aggravano poi le pene per chi approfitta la condizione di “necessità” del minore per indurlo alla prostituzione. Anche i minori, in base alle nuove disposizioni, possono essere sentiti come testimoni durante l’incidente probatorio.

Molto soddisfatta il ministro Carfagna

Commentando il decreto il ministro delle Pari opportunità, Mara Carfagna, ha sottolineato che “questi sono temi molto delicati e sentiti come urgenti dall’opinione pubblica: l’Italia ha già fatto molto in favore delle vittime degli abusi, la nostra legislazione è all’avanguardia e in questo modo il Governo dimostra sensibilità: i minori – ha concluso – hanno diritto di divere con un’infanzia felice, soprattutto senza abusi”.

Ottimo intervento del governo! Peccato per la poco pubblicità alla ratifica vista l’estrema importanza del tema in questione

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio

About these ads

Azioni

Information

One response

14 02 2009
Ottimo intervento del governo: approvato DDL-Reati sui Minori | Yourpage live news aggregator

[...] Ottimo intervento del governo! Peccato per la poco pubblicità alla ratifica vista l’estrema importanza del tema in questione Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: