Coerenza Di Pietro: raccoglie le firme per il referendum e poi dice di votare no

6 05 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Antonio Di Pietro fa una clamorosa retromarcia. Il leader dell’Italia dei Valori raccolse le firme per il referendum abrogativo della legge elettorale con promotori Guzzetta e Segni. Fu uno dei più favorevoli nella prima fase di raccolta firme, mettendo il suo partito a disposizione dei promotori.

Ora a poche settimane dal voto il clamoroso dietrofront

Vogliamo sapere in modo forte e chiaro da quelli che come noi hanno costruito e sostenuto il sì al referendum, se questo sì è strumentale a un impegno formale per il cambio della legge elettorale in Parlamento o al mantenimento dello status quo. Se si dovesse accettare il mero quesito referendario  finiremmo non solo per non avere candidati scelti dal popolo, ma addirittura che partiti minoritari possano avere la maggioranza parlamentare.

e ancora

L’Italia dei Valori e’ sempre stata referendaria e vuole scardinare questa legge elettorale. Ma con questo referendum si passa dalla padella nella brace e si rischia di avere un Parlamento in cui Berlusconi nomina la maggioranza assoluta dei membri

Quindi Di Pietro si è impegnato nella raccolta delle firme per un referendum che riteneva giusto, ora però si dice contrario per le conseguenze del referendum stesso e auspica che in caso vinca il sì non si tenga conto del risultato e si faccia una nuova modifica della legge elettorale, fregandosene della volontà popolare.

Coerente!








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.