La vedova Pavarotti assessore al comune di Bologna. I grandi nomi della sinistra!

3 07 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Ne avevamo già parlato quando era uscita l’ipotesi, ora è ufficiale: la vedova Pavarotti è nuovo assessore a Bologna.

Avete capito bene, ecco le soluzioni di qualità del centrosinistra.

La vedova di Luciano Pavarotti, che aveva dichiarato subito la propria disponibilità a dare una mano all’amico in caso di vittoria, entra dalla porta principale a Palazzo D’Accursio e diventa assessore alla Promozione culturale e alle Politiche giovanili.

La Mantovani afferma

Mi sento privilegiata nel poter operare per la mia citta’: non risparmiero’ le energie e mettero’ tutto il mio impegno ed esperienza per svolgere questo ruolo al meglio

In campagna elettorale si parlò di sovvenzioni private della Mantovani alla campagna elettorale di Delbono. Ora eccola ricompensata per le esagerate qualità politiche e culturali che metterà al servizio della città





Le genialità del Pd a livello locale

23 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Segnalo un mio articolo pubblicato oggi sul sito di approfondimento quotidiano Il Predellino

Non contento dei risultati veramente modesti alle elezioni europee e di un tracollo generalizzato alle amministrative, il Pd (e il centrosinistra in generale) ultimamente si stanno rendendo protagonisti di alcune ordinanze, decisioni e progetti piuttosto pittoreschi.

E’ di questi giorni il clamore suscitato dal progetto della Regione Campania di Bassolino per il reinserimento degli ex detenuti nel mondo del lavoro. I lungimiranti amministratori democratici hanno pensato bene che il modo migliore per offrire una nuova possibilità agli ex galeotti sia quello di dare loro la carica di operatori per la sicurezza turistica urbana. Insomma indultati e clienti abituali delle carceri danno e daranno informazioni e indicazioni ai turisti. L’assessore le definisce ronde partenopee tramite le quali questi ex detenuti diventano rappresentanti della città nell’accoglienza a coloro che visitano Napoli. Insomma non bastava l’immagine degradante e legata alla Camorra della città, ora il biglietto da visita città/criminalità è addirittura promosso e pubblicizzato.
Passiamo a Bergamo: la giunta dell’ormai ex sindaco Bruni poco prima delle elezioni, in un disperato tentativo di demagogia pre-elettorale (le comunali a Bergamo sono state vinte dal centrodestra al primo turno) ha tentato la carta di una serie di ordinanze sulla sicurezza, tema molto sentito nel Nord Italia. Il nuovo regolamento oltre a prevedere norme sulla prostituzione e sul commercio abusivo prevedeva l’elemosina a tempo. Sì avete capito bene, per gli strateghi del centrosinistra l’unico modo di combattere l’accattonaggio  era quello di proporre delle fasce orarie in cui mendicare per strada. Non si sa come i geniali democratici sarebbero riusciti a far rispettare la norma, probabilmente o con un gratta e sosta o con un disco orario.

Nel Pisano
9 comuni (compreso il capoluogo) si sono inventati il deterrente per mandare via i rom: 500 euro per andarsene e non tornare. Una scommessa, con i soldi dei cittadini, improntata sulla fiducia nel non ritorno degli zingari. Tra l’altro non erano per l’integrazione i soloni del solidarismo del centrosinistra?

Rimaniamo a Pisa per un’altra genialata democratica. Il sindaco Filippeschi ha creato la multa per chi non festeggia il Santo Ranieri durante la celebrazione cittadina. Chi non appone i lumini alle finestre è punito con una multa fino a 500 euro e dall’anno prossimo l’ordinanza prevede l’obbligo di acquisto dei ceri. L’assessore è riuscito a motivare la decisione con una questione sicurezza: i ceri non accesi renderebbero troppo buia la città durante la festa. Ma quanto sono laici questi democratici, arrivano persino a multare chi non rispetta il culto obbligatorio.
D’altronde ormai il centrosinistra si adopera in modo fantasioso sia quando è al governo cittadino sia quando vuole arrivarci.

A Bologna per far vincere Delbono a tutti i costi il Pd ha organizzato per il fine settimana elettorale dei pullman che vadano a prendere i bolognesi (soprattutto anziani) dalle località balneari per portarli a votare in città. In alternativa ha chiesto (e ottenuto) dai sindacati organici di bloccare le gite nel weekend per i pensionati. Non sia mai che il povero vecchietto vada a riposarsi nel fine settimana, l’ordine tassativo è farlo votare con ogni mezzo.
Insomma i democratici piddini se ne inventano una ogni giorno, l’originalità (ogni tanto condita da un po’ di stupidità) è il marchio di fabbrica per questo centrosinistra felicemente perdente.





Tutti gli apparentamenti per i vari ballottaggi delle Comunali

18 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Dopo aver fatto l’analisi degli apparentamenti per le provinciali passiamo alle comunali.

CREMONA
Perri (Pdl, Lega, Civica) 45 Corada (Pd, Civiche, Idv, S&L) 41.7 Quinzani (Circoli della Libertà, Pensionati) 3.8 Zanibelli (Udc) 3 Ceraso (Civica) 2.3 Ongari (Comunisti) 2.1
Quinzani si apparenta con Perri. I Comunisti con Corada. Sarà una bella battaglia in una delle poche roccaforti rosse della Lombardia (anche se alle provinciali ha vinto il centrodestra)

PADOVA
Zanonato (Pd, Idv, S&L, Comunisti, Civiche) 45.7 Marin (Pdl, Lega, Pensionati, Civiche) 44.9 Terranova (Udc) 3.1 Covi (Progetto Nordest) 1.8
Udc, Progetto Nordest e Mpa (0.2) si apparentano con Marin. Una vittoria a Padova per il centrodestra sarebbe un vero colpaccio

BOLOGNA
Delbono (Pd, Idv, S&L, Comunisti) 49.4 Cazzola (Pdl, Lega, Civiche) 29.1 Guazzaloca (Udc) 12.7 Favia (BeppeGrillo) 3.3 Pasquino (Civica) 1.95 Monteventi (Civica) 1.6
Nessun apparentamento per i contendenti. Guazzaloca pur ritenendo Cazzola inadatto invita a votarlo.

FERRARA
Tagliani (Pd, Idv, S&L) 45.7 Dragotto (Pdl) 25.5 Barbieri (Civica) 9.6 Cavicchi (Lega) 7 Bregola (Comunisti) 4 Tavolazzi (Civica) 3.4 Modica (Udc) 2
Udc e Lega si apparentano con il centrodestra così come una lista civica (0.3). La Destra invita a votare Dragotto. Nessun accordo con i comunisti per Tagliani. Nessuna indicazione da Barbieri

FORLI’
Balzani (Pd, Idv, S&L, Rif.Com, Civiche) 49.4 Rondoni (Pdl, Lega, Udc) 40.3 Pirini (Civica) 4.4 Biondi (Pri) 2.3 Valenti (Pdci) 1.5
L’unico apparentamento è quello che lega il Pri al centrodestra. Il Pdci invita a votare Balzani pur senza accordo ufficiale

FIRENZE
Renzi (Pd, Idv, S&L, Civiche) 47.6 Galli (Pdl, Civiche, Lega) 32 Spini (Civiche, Rif.Com, Verdi, Rep.) 8.35 De Zordo (Civica) 4.1 Razzanelli (Civica) 3.3 Carraresi (Udc) 2.15 Bonafede (BeppeGrillo) 1.8
Nessun apparentamento ufficiale, nè indicazioni di voto

PRATO
Carlesi (Pd, Idv, S&L, Pdci) 47.5 Cenni (Pdl, Lega, Udc, La Destra) 45.1 Milone (Civica) 2.7 Barosco (BeppeGrillo) 1.8 Paoletti (Rif.Com) 1.7
Apparentamento tra centrodestra, la lista civica di Milone e un’altra civica (0.3). Appoggio esterno di Rifondazione a Carlesi. Una delle gare potenzialmente più combattute delle comunali: sulla carta Carlesi è al 49.2 mentre Cenni è al 48.1.

ANCONA
Gramillano (Pd, Idv, S&L, Comunisti) 40.9 Bugaro (Pdl, Lega) 33.75 Galeazzi (Civica) 8.2 Duca (Sinistra per Ancona) 5.9 Gallegati (BeppeGrillo) 4.9 Speciale (Udc) 4.6
Sinistra per Ancona non è apparentata ma invita al voto per il Centrosinistra. Udc apparentata con Bugaro così come una civica (1.1). Nessuna indicazione da Galeazzi. Nonostante i voti che sulla carta avvicinano Bugaro a Gramillano, quest’ultimo è comunque nettamente favorito

ASCOLI
Castelli (Pdl, Lega, Civiche, Udeur) 43.3 Canzian (Pd, Idv, Comunisti) 34.4 Ciccanti (Udc) 8.25 Regnicoli (Civica) 5.8 Gibellieri (Civica) 5.3 Catalucci (Sd) 1.6 Cannelli (LaDestra) 0.9
Nessuna indicazione dall’Udc. Apparentamento tra la lista di centrosinistra e la civica di Regnicoli

TERNI
Di Girolamo (Pd,Idv, S&L, Comunisti) 49.4 Baldassarre (Pdl, Civica) 37.1 Malasecche (Udc) 5.4 Venturi (Civiche) 5 Valigi (Civica) 1.5
Nessun apparentamento ufficiale

AVELLINO
Preziosi (Pdl, Udc, Civiche, Mpa, Udeur) 42.9 Galasso (Pd, Idv, S&L) 42.1 Gengaro (Civica, Comunisti) 7 Festa (Civiche) 5.25 Micera (Civica) 2.7
Apparentamento tra le civiche di Festa e il centrosinistra. La lista di Micera appoggia dall’esterno il centrodestra. Nessuna indicazione da Gengaro

FOGGIA
Santaniello (Pdl, Civiche, AlleanzadiCentro,Pri) 41.9 Mongelli (Pd, S&L, Comunisti) 26.4 Lambresa (Udc, Civiche) 18.5 Agostinacchio (LaDestra) 5.4 Trecca (Idv) 4 De Perna (Mpa) 1.4
Apparentamento tra Udc e centrosinistra. Idv e una delle liste che appoggiavano Lambresa (2.1) non appoggeranno Mongelli. Sulla carta ipotizzando La Destra e Mpa con Santaniello e Idv con Mongelli si arriverebbe a Santaniello al 48.7 e Mongelli al 48.9

BRINDISI
Mennitti (Pdl, Pri, Civiche) 37.1 Brigante (Pd, Civiche) 32.6 Gallone (Udc) 8.7 Giunta (Idv) 5.85 Guadalupi (Comunisti, S&L) 5.7 De Maria (Mpa, Civiche) 4.7 Di Donna (La Destra, Io Sud) 4.3 Bovenga (Udeur) 1.1
Udc e Idv sostengono il centrosinistra. La Destra e Udeur ufficiosamente sostengono il centrodestra. Nessuna indicazione dalla sinistra e dal Mpa

BARI
Emiliano (Pd, Idv, S&L, Comunisti) 49 Di Cagno (Pdl, Civiche, Mpa) 46.05 Russo (Udc, Io Sud) 3.2 Signorile (Civica) 0.6
Apparentamento tra Emiliano e l’Udc. A questo punto il sindaco uscente è strafavorito nonostante un’alleanza calderone a sostegno

CALTANISSETTA
Campisi (Pdl, Civiche) 39 Falci (Pd, Idv, Comunisti) 28.25 Candura (Udc,Mpa) 19.1 Ruvolo (Civiche) 13.65
L’Udc si apparenta con il centrodestra, libertà di voto da Mpa





A Bologna il Pd costringe i vecchietti a non andare in ferie o li va a prendere direttamente in spiaggia con il pullman

15 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Dopo la batosta storica del primo turno delle amministrative il Pd cerca ai ballottaggi di non peggiorare la situazione, già drammatica per loro anche in considerazione del tracollo alle europee.
A Bologna parte con un vantaggio considerevole, nonostante lo smacco di non essere riusciti a vincere direttamente al primo passaggio, e al 100% diventerà sindaco Delbono.
Ciononostante i rossi si organizzano affinchè non ci siano sorprese e per vincere le pensano tutte compreso organizzare i pullman per far votare i vecchietti e i bolognesi in ferie

Ridurre il piu’ possibile l’astensionismo e i suoi effetti. E’ questo l’obiettivo del Pd di Bologna che, in vista del ballottaggio che si terra’ il 21 e 22 giugno per scegliere il successore di Sergio Cofferati, ha deciso di mettere a disposizione un servizio gratuito di pullman che dall’Appennino emiliano e dalla Riviera Romagnola portera’ i bolognesi gia’ in ferie al seggio per votare il sindaco della citta’.

L’organizzazione è quasi militare

E’ quanto informa lo stesso Partito democratico in una nota, spiegando che per informazioni e prenotazioni si puo’ chiamare, fino a venerdi’ 19 giugno, i numeri …
L’iniziativa dei democratici, che sta gia’ sollevando polemiche, e’ rivolta a scongiurare il rischio astensionismo chiamando a raccolta i molti pensionati che stanno partendo per le vacanze in Riviera e che si troveranno gia’ li’ alla riapertura delle urne. Sara’ pubblicizzata, dalla prossima settimana, anche con volantini, locandine oltre che con il tradizionale “passaparola”

Ma questo non basta, una paura enorme (tra l’altro immotivata) serpeggia tra i democratici.

Il centrosinistra corre allora i ripari, si rivolge allo Spi-Cgil all’Arci e chiede di annullare le gite al mare dei pensionati in programma nel weekend del voto, per scongiurare l’incubo dell’astensionismo.

E tramite i sindacati organici al partito cerca di costringere gli anziani a rimanere a casa, vietando le gite

C’è il ballottaggio e i nonni restano a casa. Per votare Flavio Delbono. il rischio c’è, tanto da spegnere i motori dei pullman, dal 19 al 22 giugno, lasciando i nonni in città a soffrire il caldo per la causa pd.
Bloccate tutte le dodici leghe bolognesi dello Spi-Cgil che organizzano gite Italia-Estero per anziani e che contano 38mila iscritti. «Abbiamo dato indicazione di non organizzare viaggi nel week-end del ballottaggio» ammette Pizzica, «perché sappiamo che gli anziani vanno al mare proprio in giugno, e sarebbero molti voti persi. Nel ’99 in 40mila restarono sotto l’ombrellone». Alla Camera del lavoro di via Marconi si erano organizzati prima, «perché un po’ ci aspettavamo», ma ora il blocco delle gite è diventato operativo. Stessa idea dai circoli Arci di Giovanni De Rose, che confermano: «Niente ferie il 21 e il 22».

Poveri anziani, la causa militare Pd li costringe a essere reperibili a ogni costo. Non sia mai che il povero pensionato non accetti il diktat della sezione





Elezioni provinciali: come finirà? (analisi provincia per provincia)

6 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Si parte da un forte vantaggio per il centrosinistra che governa 50 province contro le 8 del centrodestra e Sondrio governata dalla Lega
Il colore sulla città indica la precedente amministrazione
Secondo le mie previsioni il centrodestra potrebbe conquistare già 27 province al primo turno.

Ecco qui l’analisi provincia per provincia

PROVINCE
PIEMONTE
ALESSANDRIA
candidati – Barosini (udc) – Filippi (centrosinistra) – Naggi (rifondazione) – Stradella (centrodestra+la destra)
politiche 2008 pd+idv 35.6 – pdl+lega 50 – udc 4.4 – sin.arc 3.1 – des 3
mia previsione: centrodestra al primo turno

BIELLA
candidati – Belletti (comunisti+sinistra&libertà) – Bertocco (udc) – Gherscfhld (idv) – Ronzani (pd+ps) – Simonetti (centrodestra+la destra)
politiche 2008 pd+idv 33.4 – pdl+lega 52.6 – udc 4.7 – sin.arc 2.7 – des 2.7
mia previsione: centrodestra al primo turno

CUNEO
candidati Chiarenza (la destra) – Delfino (udc) – Di Giambattista (comunisti) – Gancia (centrodestra) – Ponso (idv) – Taricco (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 30.2 – pdl+lega 53.2 – udc 7.9 – sin.arc 2.2 – des 3.4
mia previsione: centrodestra al primo turno

NOVARA
candidati De Vito (udc) – Sozzani (centrodestra) – Vedovato (centrosinistra) – Menapace (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 32 – pdl+lega 55 – udc 4.3 – sin.arc 2.7 – des 2.6
mia previsione: centrodestra al primo turno

TORINO
candidati Argentino (pdci) – D’Elia (rifondazione) – Porchietto (centrodestra) – Saitta (centrosinistra) – Vietti (udc)
politiche 2008 pd+idv 42.4 – pdl+lega 41.1 – udc 5 – sin.arc 4.1 – des 3.5
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

VERBANO-CUSIO-OSSOLA
candidati Nobili (centrodestra) – Poli (udc) – Ravaioli (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 31.9 – pdl+lega 56.4 – udc 3.4 – sin.arc 3.1 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

LOMBARDIA
BERGAMO
candidati Cimadoro (idv) – Cornolti (centrosinistra) – Pirovano (centrodestra) – Pisoni (udc)
politiche 2008 pd+idv 27.8 – pdl+lega 60.2 – udc 5 – sin.arc 2.3 – des 1.7
mia previsione: centrodestra al primo turno

BRESCIA
candidati Botticini (comunisti) – De Toni (idv) – Molgora (centrodestra) – Peli (centrosinistra) – Quadrini (udc)
politiche 2008 pd+idv 29.1 – pdl+lega 57.2 – udc 5.5 – sin.arc 2.6 – des 2
mia previsione: centrodestra al primo turno

CREMONA
candidati Dusi (comunisti) – Salini (centrodestra) – Torchio (centrosinistra) – Trespidi (udc)
politiche 2008 pd+idv 32.2 – pdl+lega 53.5 – udc – sin.arc 3.1 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

LECCO
candidati Brivio (centrosinistra) – Cariboni (udc) – Moschetti (comunisti) – Nava (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 31.8 – pdl+lega 55.7 – udc 4.8 – sin.arc 2.8 – des 1.7
mia previsione: centrodestra al primo turno

LODI
candidati Arcaini (udc) – Felissari (centrosinistra) – Foroni (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 31.9 – pdl+lega 53.9 – udc 4.4 – sin.arc 3.1 – des 2.3
mia previsione: centrodestra al primo turno

MILANO
candidati De Albertis (nordestra) – Gatti (comunisti) – Marcora (udc) – Penati (centrosinistra) – Podestà (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 36.7 – pdl+lega 50.7 – udc 3.4 – sin.arc 3.7 – des 2.3
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

SONDRIO
candidati Aili (udc) – Ciapponi (centrosinistra) – Giumelli (comunisti) – Sertori (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 25 – pdl+lega 63.9 – udc 4.5 – sin.arc 2 – des 1.5
mia previsione: centrodestra al primo turno

MONZA (per la prima volta elezioni provinciali)
candidati Allevi (centrodestra) – Ascrizzi (comunisti, verdi) – Ceraso (la destra) – Pisani (udc) – Ponti (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 31.7 – pdl+lega 56.7 – udc 4 – sin.arc 2.7 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

VENETO
BELLUNO
candidati Bottacin (centrodestra) – De Cesero (udc) – Monteleone (la destra) – Reolon (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 31.8 – pdl+lega 51.9 – udc 6.1 – sin.arc 2.8 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

PADOVA
candidati Albuzio (centrosinistra) – Claudio (la destra) – De Poli (udc) – Degani (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 31.9 – pdl+lega 52.4 – udc 6.4 – sin.arc 2 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

ROVIGO
candidati Brusco (comunisti) – Contiero (centrodestra) – Raisi (udc) – Veronese (la destra) – Virgili (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 35 – pdl+lega 47.7 – udc 5.8 – sin.arc 3.1 – des 2.4
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

VENEZIA
candidati Bergamo (udc) – Camilli (la destra) – Zaccariotto (centrodestra) – Zoggia (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 37.3 – pdl+lega 48.6 – udc 4.7 – sin.arc 3.2 – des 1.8
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

VERONA
candidati Campagnari (comunisti, sinistra&libertà) – Cavazzana (la destra) – Miozzi (centrodestra) – Rossi (udc) – Zardini (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 26.6 dl+lega 59.3 – udc 5.7 – sin.arc 1.8 – des 1.6
mia previsione: centrodestra al primo turno

FRIULI VENEZIA GIULIA
PORDENONE
candidati Ciriani (pdl, lega, udc) – Sam (la destra) – Zanin (centrosinistra)
politiche 2008 pd+idv 32.2 – pdl+lega 53.9 – udc 5.6 – sin.arc 2.1 – des 2.6
mia previsione: centrodestra al primo turno

LIGURIA
SAVONA
candidati Boffa (centrosinistra) – Vaccarezza (centrodestra) – Garassino (udc) – Pirritano (la destra)
politiche 2008 pd+idv 38.3 – pdl+lega 48.1 – udc 3.7 – sin.arc 3.2 – des 2.8
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

EMILIA ROMAGNA
BOLOGNA
candidati Draghetti (centrosinistra) – Raisi (centrodestra) – Galletti (udc)
politiche 2008 pd+idv 55.1 – pdl+lega 31.5 – udc 4.1 – sin.arc 3.1 – des 2.4
mia previsione: centrosinistra al primo turno

FERRARA
candidati Zappaterra (centrosinistra) – Verri (lega) – Malaguti (pdl) – Conventi (udc) – Gargioni (la destra)
politiche 2008 pd+idv 45.8 – pdl+lega 40.1 – udc 3.7 – sin.arc 3.1 – des 2.5
mia previsione: centrosinistra al primo turno

FORLI’-CESENA
candidati Bulbi (centrosinistra) – Gagliardi (pdl) – Zanoni (lega) – Mordenti (la destra) – Bartolomei (udc)
politiche 2008 pd+idv 49.5 – pdl+lega 36.6 – udc 4.5 – sin.arc 2.9 – des 2.7
mia previsione: centrosinistra al primo turno

MODENA
candidati Sabattini (centrosinistra) – Ghelfi (centrodestra) – Vicenzi (udc) – Lodi (la destra) – Lugli (rifondazione)
politiche 2008 pd+idv 51.6 – pdl+lega 35.3 – udc 4 – sin.arc 2.6 – des 2.5
mia previsione: centrosinistra al primo turno

PARMA
candidati Bernazzoni (centrosinistra) – Lavagetto (centrodestra) – Aiello (rifondazione) – Libè (udc) – Zanettini (la destra)
politiche 2008 pd+idv 43.2 – pdl+lega 41.5 – udc 5.7 – sin.arc 3.1 – des 2.7
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

PIACENZA
candidati Boiardi (centrosinistra) – Trespidi (pdl, lega, udc)
politiche 2008 pd+idv 39.7 – pdl+lega 46.8 – udc 3.8 – sin.arc 3.1 – des 2.5
mia previsione: centrodestra al primo turno

REGGIO EMILIA
candidati Masini (centrosinistra) – Pagliani (centrodestra) – Poli (udc) – Ferrigno (rifondazione) – Cantarelli (la destra)
politiche 2008 pd+idv 54.5 – pdl+lega 32.1 – udc 4.3 – sin.arc 3.2 – des 2
mia previsione: centrosinistra al primo turno

RIMINI
candidati Vitali (centrosinistra) – Lombardi (centrodestra) – Nanni (udc)
politiche 2008 pd+idv 45.5 – pdl+lega 41.7 – udc 3.6 – sin.arc 2.7 – des 2.9
mia previsione: non mi sbilancio, sicuramente ballottaggio

TOSCANA
AREZZO
candidati Vasai (centrosinistra) – Tanti (centrodestra) – Palazzo (udc) – Nicotra (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 48 – pdl+lega 36.3 – udc 4.6 – sin.arc 3.4 – des 3.3
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

FIRENZE
candidati Barducci (centrosinistra) – Baldini (centrodestra) – Olivotti (la destra) – Tondi (udc)
politiche 2008 pd+idv 56.1 – pdl+lega 28.3 – udc 4.1 – sin.arc 4.8 – des 2.3
mia previsione: centrosinistra al primo turno

GROSSETO
candidati Marras (centrosinistra) – Antichi (pdl, lega, udc) – Barocci (rifondazione) – Renis (la destra) – Rizzo (pdci)
politiche 2008 pd+idv 44.1 – pdl+lega 39.1 – udc 4.3 – sin.arc 3.9 – des 3.7
mia previsione: non mi sbilancio, sicuramente ballottaggio

LIVORNO
candidati Kutufà (centrosinistra) – Vaccaro (centrodestra) – Mazzola (comunisti) – Landi (udc) – Panessa (la destra)
politiche 2008 pd+idv 55.3 + pdl+lega 29.4 – udc 3.2 – sin.arc 5.2 – des 2.4
mia previsione: centrosinistra al primo turno

PISA
candidati Pieroni (centrosinistra) – Sala (centrodestra) – Lucchesi (udc) – Corti (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 50.5 – pdl+lega 32.6 – udc 4.2 – sin.arc 4.9 – des 2.9
mia previsione: centrosinistra al primo turno

PISTOIA
candidati Fratoni (centrosinistra) – Severi (centrodestra) – Baldassarri (udc) – Frosini (sinistra&libertà) – Tarelli (la destra)
politiche 2008 pd+idv 46.2 – pdl+lega 38.2 – udc 4 – sin.arc 4.1 – des 3.1
mia previsione: centrosinistra al primo turno

PRATO
candidati Gestri (centrosinistra) – Carrai (centrodestra) – Querci (udc) – Messina (rifondazione)
politiche 2008 pd+idv 50 – pdl+lega 35.6 – udc 4.1 – sin.arc 3.1 – des 3.3
mia previsione: centrosinistra al primo turno

SIENA
candidati Bezzini (centrosinistra) – Santinelli (centrodestra) – Del Dottore (udc) – Falcone (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 58.6 – pdl+lega 28.4 – udc 4 – sin.arc 4.5 – des 2.4
mia previsione: centrosinistra al primo turno

MARCHE
ASCOLI PICENO
candidati Mandozzi (centrosinistra) – Celani (centrodestra) – Ciccanti (udc) – Rossi (comunisti) – Cannelli (la destra)
politiche 2008 pd+idv 43.2 – pdl+lega 39.4 – udc 6.6 – sin.arc 3.2 – des 3.6
mia previsione: non mi sbilancio, sicuramente ballottaggio

FERMO (per la prima volta elezioni provinciali)
candidati Cesetti (centrosinistra) – Di Ruscio (centrodestra) – Basso (la destra)
politiche 2008 pd+idv 43.3 – pdl+lega 41 – udc 5.8 – sin.arc 2.6 – des 3.7
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

MACERATA
candidati Silenzi (centrosinistra) – Capponi (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 41.8 – pdl+lega 40.1 – udc 7.6 – sin.arc 2.6 – des 4
mia previsione: centrodestra al primo turno

PESARO URBINO
candidati Ricci (centrosinistra) – Giannotti (pdl) – Cancellieri (lega) – Mei (udc) – Rossi (la destra)
politiche 2008 pd+idv 47.7 – pdl+lega 37.7 – udc 5 – sin.arc 2.7 – des 3.1
mia previsione: centrosinistra al primo turno

UMBRIA
PERUGIA
candidati Guasticchi (centrosinistra) – Asciutti (centrodestra) – Fagiolari (la destra) – Ronconi (udc)
politiche 2008 pd+idv 47.1 – pdl+lega 36.2 – udc 4.8 – sin.arc 3.3 – des 3.6
mia previsione: centrosinistra al primo turno

TERNI
candidati Polli (centrosinistra) – De Sio (centrodestra) – D’Antonio (udc) – Tracchegiani (la destra)
politiche 2008 pd+idv 48.2 – pdl+lega 35.8 – udc 3.9 – sin.arc 4.1 – des 3.3
mia previsione: centrosinistra al primo turno

LAZIO
FROSINONE
candidati Schietroma (centrosinistra) – Iannarilli (centrodestra) – Marzi (udc) – Carnevale (rifondazione)
politiche 2008 pd+idv 33.5 – pdl+mpa 47.7 – udc 7 – sin.arc 2.8 – des 3.2
mia previsione: centrodestra al primo turno

LATINA
candidati Amici (centrosinistra) – Cusani (centrodestra) – Guidi (comunisti) – Macci (la destra)
politiche 2008 pd+idv 30.2 – pdl+mpa 55.2 – udc 6.1 – sin.arc 2.1 – des 3
mia previsione: centrodestra al primo turno

RIETI
candidati Melilli (centrosinistra) – Costini (centrodestra) – Calabrese (udc) – Antonini (la destra)
politiche 2008 pd+idv 39.3 – pdl+mpa 43.5 – udc 4.7 – sin.arc 4 – des 4.5
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

ABRUZZO
CHIETI
candidati Coletti (centrosinistra) – Clemente (centrodestra) – Orlando (comunisti) – Guarracino (la destra)
politiche 2008 pd+idv 41.6 – pdl+mpa 41.1 – udc 7.3 – sin.arc 2.8 – des 3.1
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

PESCARA
candidati Allegrino (centrosinistra) – Testa (centrodestra) – Di Minco (rifondazione) – Ciasullo (la destra)
politiche 2008 pd+idv 40.9 – pdl+mpa 44 – udc 4.9 – sin.arc 3.5 – des 3
mia previsione: centrodestra al primo turno

TERAMO
candidati D’Agostino (centrosinistra) – Catarra (centrodestra) – Di Giacinto (la destra)
politiche 2008 pd+idv 41.2 – pdl+lega 41.2 – udc 6 – sin.arc 3.3 – des 3.5
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

MOLISE
ISERNIA
candidati Sorbo (centrosinistra) – Mazzuto (centrodestra) – Tedeschi (idv) – Mancini (la destra)
politiche 2008 pd+idv 38.1 – pdl+mpa 46.3 – udc 9.2 – sin.arc 1.7 – des 1.8
mia previsione: centrodestra al primo turno

CAMPANIA
AVELLINO
candidati De Simone (centrosinistra) – Sibilia (centrodestra) – Santoro (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 36.2 – pdl+mpa 40.8 – udc 14 – sin.arc 3.5 – des 1.7
mia previsione: centrodestra al primo turno

NAPOLI
candidati Nicolais (centrosinistra) – Cesaro (centrodestra) – Sodano (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 35.1 – pdl+lega 51.4 – udc 5.5 – sin.arc 3 – des 1.3
mia previsione: centrodestra al primo turno

SALERNO
candidati Villani (centrosinistra) – Cirielli (centrodestra)
politiche 2008 pd+idv 40.8 – pdl+mpa 46.5 – udc 4.8 – sin.arc 2.2 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al primo turno

PUGLIA
BARI
candidati Divella (centrosinistra) – Schittulli (centrodestra) – Rana (udc, io sud)
politiche 2008 pd+idv 35.1 – pdl+mpa 49 – udc 7.2 – sin.arc 3 – des 2.1
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

BARLETTA ANDRIA TRANI (per la prima volta elezioni provinciali)
candidati Marmo (centrosinistra) – Ventola (centrodestra) – Salerno (udc, io sud) – De Feudis (idv)
politiche 2008 pd+idv 30.6 – pdl+mpa 51.9 – udc 7.1 – sin.arc 4 – des 2.5
mia previsione: centrodestra al primo turno

BRINDISI
candidati Ferrarese (centrosinistra, udc, io sud) – Saccomanno (centrodestra) – Massari (idv) – Fistetti (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 35.3 – pdl+mpa 48.6 – udc 7 – sin.arc 3.1 – des 1.7
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

LECCE
candidati Capone (centrosinistra) – Gabellone (centrodestra) – Poli Bortone (udc, io sud)
politiche 2008 pd+idv 36.2 – pdl+mpa 45.2 – udc 9.6 – sin.arc 2.6 – des 2.2
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

TARANTO
candidati Florido (centrosinistra) – Rana (centrodestra) – Fisicaro (idv) – Tarantino (udc, io sud)
politiche 2008 pd+idv 37.2 – pdl+mpa 47.7 – udc 7.1 – sin.arc 3.1 – des 2
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

BASILICATA
MATERA
candidati Stella (centrosinistra) – Labriola (centrodestra) – D’Amelio (mpa) – Ruggiero (udc)
politiche 2008 pd+idv 43.8 – pdl+mpa 40.8 – udc 5.8 – sin.arc 3.2 – des 2.2
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

POTENZA
candidati Lacorazza (centrosinistra) – Pace (centrodestra) – Murro (mpa) – Sacco (udc) – Melchionda (comunisti)
politiche 2008 pd+idv 44.9 – pdl+mpa 35.9 – udc 7.4 – sin.arc 3.6 – des 2.4
mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

CALABRIA
COSENZA
candidati Oliverio (centrosinistra) – Gentile (centrodestra) – Occhiuto (udc)
politiche 2008 pd+idv 37.5 – pdl+mpa 39.9 – udc 9.8 – sin.arc 3.1 – des 1.9
mia previsione: centrodestra al ballottaggio

CROTONE
candidati Schifino (mpa) – Zurlo (centrodestra) – Irritale (centrosinistra) – De Masi (idv) – Oliverio (comunisti) – Proto (udc)
politiche 2008 pd+idv 42.8 – pdl+mpa 41 – udc 5.9 – sin.arc 4.1 – des 2.2
mia previsione: centrodestra al ballottaggio





Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Pesaro: chi vincerà alle comunali?

5 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Bologna
candidati
Cazzola (Pdl, Lega)
Guazzaloca (Udc)
Delbono (Centrosinistra)
Pasquino (indipendente di centrosinistra)

comunali ’04
centrosinistra 57.1 – centrodestra 22.2 – lista civica Guazzaloca 18.1
politiche ’08
centrosinistra 59.6 – centrodestra 31.2 – udc 3.9

Ferrara
candidati
Bregola (Comunisti)
Cavicchi (Lega, Mpa)
Dragotto (Pdl)
Ferretti (La Destra)
Modica (Udc)
Tagliani (Centrosinistra)

comunali ’04
centrosinistra 47 – centrodestra 33 – lega 1.7 – comunisti 8.8 – udc 2
politiche ’08
centrosinistra 51.7 – pdl 30.5 – lega 6.4 – comunisti 2 – la destra 2.4

Modena
candidati
Giliani (Rifondazione)
Manfredini (Lega)
Pellacani (Pdl)
Pighi (Centrosinistra)
Rossi (Idv)
Torrini (Udc)
Roncaglia (La Destra, Mpa)

comunali ’04
centrosinistra 57.5 – centrodestra 25.8 – udc 5 – idv 2.3 – comunisti 4
politiche ’08
centrosinistra 51.8 – pdl 26 – idv 4.5 – lega 6.8 – udc 3.7 – comunisti 2

Reggio Emilia
candidati
Alessandri (Lega)
Delrio (Centrosinistra)
Filippi (Pdl)
Rovacchi (Rifondazione)
Spaggiari (Udc)

comunali ’04
centrosinistra 57.2 – centrodestra 17.8 – lega 3.6 – udc 2.9 – rifondazione 4.4
politiche ’08
centrosinistra 57.5 – pdl 24.3 – lega 7.5 – udc 4 – rifondazione 2

Pesaro
candidati
Cascino (Pdl, Udc)
Ceriscioli (Centrosinistra)
Roscini (Lega)
Stafoggia (La Destra)

comunali ’04
centrosinistra 55.3 – centrodestra 23.3
politiche ’08
centrosinistra 52.6 – centrodestra 38 – lega 3 – la destra 3

A Bologna Delbono è vicino al 50% nei sondaggi ma probabilmente per poco non ce la farà subito al primo turno. Mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

A Ferrara le percentuali delle elezioni passate ballano intorno al 50% per il centrosinistra. Mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

A Modena la situazione è simile a Ferrara ma è più probabile una vittoria al primo turno. Mia previsione: centrosinistra al primo turno

A Reggio Emilia la Spaggiari è ex sindaco e ha sempre fatto parte della sinistra, quasi sicuro il ballottaggio con questa divisione nel centrosinistra. Mia previsione: centrosinistra al ballottaggio

A Pesaro tutto conterà sul fatto del gradimento di Ceriscioli, personalmente non so come ha governato, dovrà comunque lottare per vincere subito. Mia previsione: centrosinistra al primo turno





Cofferati non lo vuole più nessuno

26 03 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Come tutti saprete Cofferati a ottobre annunciò che non si sarebbe ricandidato a Bologna con queste motivazioni

Non mi ricandiderò alle elezioni del 2009. Non si può essere sindaco a Bologna e padre a Genova. Non si può chiedere a un bimbo di pochi mesi di trascorrere in autostrada i primi sei anni della sua vita

In questi mesi ci sono state tantissime indiscrezione sulla possibile candidatura di Cofferati alle europee. E ultimamente è uscito con dichiarazioni forti contro Delbono, candidato sindaco del Pd a Bologna. Una presa di posizione in attesa della candidatura?

Il futuro di Sergio Cofferati all´origine dell´esternazione del sindaco contro Delbono? Non ci credo e sa perché? Perché Dario Franceschini gli ha offerto una candidatura alle europee

D’altronde lui è ancora voglioso di politica con posti da protagonista

Non voglio stare fermo. Ho ancora voglia e energie e ho detto che se il mio partito riterra’ opportuno un mio utilizzo, purche’ compatibile con la mia scelta di vivere a Genova, sono disponibile

Il problema è che nessuno lo vuole nella propria circoscrizione.

Partiamo dalla Bresso, governatrice del Piemonte

I due non si piacciono. E le ragioni ci sono tutte. Lunedì, alla direzione del Pd, il governatore del Piemonte, Mercedes Bresso, non è stata tenera con un’eventuale candidatura alle Europee del sindaco Sergio Cofferati: «Mi batterò con forza perché non sia capolista». Cofferati ha risposto al colpo: «Bresso parla della sua mancata candidatura». Come dire: attacca me perché non candidano lei. Un messaggio che il governatore non ha intenzione di lasciar passare.
Governatore, ma in pole per le Europee non c’era anche lei?
«Guardi, io sto bene a fare il governatore e non sono disponibile a dimettermi per l’Europa. Ho solo dato la mia disponibilità a una candidatura di servizio, ma l’anno prossimo mi ricandido in Piemonte. Io non ho problemi di famiglia».
Come Cofferati, intende? Ma perché vedere il sindaco di Bologna alle Europee le dà così fastidio?
«Ha appena detto di volersi dedicare solo della famiglia, le pare normale candidare uno che ha fatto una scelta del genere?».
Magari le due cose possono convivere, l’impegno a Bruxelles non è molto gravoso.
«I nostri elettori non voterebbero una persona che dice di non candidarsi a sindaco per stare con la famiglia. Non vogliamo far ridere nessuno, tutti sanno che Bologna è a trecento chilometri da Genova, mentre Bruxelles a duemila

Anche la Melandri si schiera contro

E’ Cofferati che ha chiesto di non ricandidarsi a Bologna per motivi personali e quindi tornare a Genova, non credo che Bruxelles o Strasburgo siano più vicini di Bologna a Genova. Peraltro quando ci comunicò questa sua decisioni l’ho un po’ criticato – ovviamente gli voglio bene – perché prendendolo sul serio ho pensato a tutte noi donne che dobbiamo fare mille sacrifici per conciliare il lavoro con la vita privata

Persino il capodelegazione piemontese all’europarlamento non è favorevole

Non è possibile che chi annuncia di non potersi ricandidare a sindaco di Bologna perché vuole dedicarsi alla famiglia, al figlio, alla sua vita insomma, poi possa essere disponibile per fare il parlamentare europeo. In questo modo si avvalora la tesi di chi pensa che quel parlamento sia come i vecchi capitoli delle cattedrali dove venivano relegati i canonici a riposo. A Bruxelles si difendono interessi vitali per l’Italia e abbiamo a fianco colleghi di altri paesi, agguerriti e capaci di fare lobby. Per questo non abbiamo bisogno di candidati a mezzo servizio. Biella non sarà Bologna, ma in passato ho fatto anch’io il sindaco, lì, e anch’io avevo un bimbo cui cambiare i pannolini di notte. Fare l’europarlamentare non è meno faticoso…

Riuscirà l’eroe Cofferati a prendere la desiderata candidatura? E potrà felicemente portarsi il pargolo all’europarlamento?

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio





A Bologna le maestre fanno politica nelle scuole

12 02 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Originale ma pericolosa protesta è quella messa in piedi dalle maestre di una scuole elementare di Bologna.

Voto politico per protestare contro il ritorno ai giudizi espressi in decimi reintrodotti dal ministro dell’Istruzione Mariastella Gemini. Ma non si tratta di ‘sei’, come accadeva nel ’68. Questa volta, i giovanissimi studenti delle scuole elementari ‘Longhena’ di Bologna hanno conseguito 10 e lode in pagella in tutte le materie.

Nel particolare

Ci troviamo alle primarie Longhena di Bologna, dove il collegio dei docenti, appellandosi all’autonomia scolastica, ha deliberato che si sarebbe preso un periodo di riflessione prima di adottare i voti previsti dalla nuova legge, in modo da stabilire i criteri per la classificazione. A quel punto il dirigente ha emesso un ordine di servizio richiamandoli al dovere di assegnare i voti previsto dalla legge, mettendo in chiaro anche la possibilità che incorressero nelle sanzioni disciplinari del caso.
Per tutta risposta, 34 insegnanti su 36 hanno riconosciuto il massimo della votazione a tutti i bambini, accompagnandolo con un giudizio che evidenzia i progressi personali di ognuno in relazione a competenze e capacità.

E ancora

DIECI in tutte le materie per tutti i bambini. Anche l´ultima pagella è stata consegnata ieri alle famiglie delle elementari Longhena. Con voto politico: non il «sei» del Sessantotto contro la scuola autoritaria, ma il «dieci» contro la scuola che classifica i bambini. E un giudizio uguale per tutti: «L´alunno possiede conoscenze e competenze esaurienti in relazione alle proprie capacità. Obiettivi raggiunti in modo personale». Così gli insegnanti della primaria di via Casaglia hanno deciso di protestare contro la riforma Gelmini che reintroduce i voti in decimi alle elementari.

Immediata la replica del ministro Gelmini

“Non è eticamente corretto rifiutarsi di informare le famiglie soltanto perchè non si condivide la politica del Governo”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, commentando la decisione di una scuola di Bologna di dare a tutti gli alunni dieci e lode per contestare la scelta del Governo di passare dai giudizi ai voci decimali. “Chi fa il dirigente o l’insegnante  è chiamato a svolgere un ruolo istituzionale e non a fare politica. La politica può farla fuori dalla scuola, ma quando è in classe il suo compito è un altro“. Secondo il ministro, quello che è accaduto a Bologna “è un fatto grave che denuncio con forza. Crea soltanto disorientamento nelle famiglie”.

Anche da chi non ha votato la riforma Gelmini critiche alla decisione

Ho votato contro la riforma Gelmini ma oggi e’ una legge dello stato a tutti gli effetti e va rispettata. Le istituzioni scolastiche non possono non tenerne conto e trovo scandaloso che in una scuola di Bologna si arrivi a strumentalizzare i bambini per fini meramente politici

e ancora

‘Quanto avvenuto alla scuola elementare Longhena di Bologna dimostra che l’emergenza educativa trae origine dagli insegnanti stessi ancor prima che dagli alunni. Quella del ’10 politico’ e’ una trovata dall’eco sessantottino aggravata fino all’estremo. E’ a questa categoria di ‘cattivi maestri’ che va assegnato uno zero tondo-tondo. Il ministro dell’Istruzione adotti urgentemente tutti i provvedimenti disciplinari del caso’

Per chi avesse dubbi sul carattere politico della protesta basta guardare chi è tra i promotori dell’iniziativa

A parlare dell’iniziativa Marzia Mascagni, insegnante delle Longhena e responsabile scuola del Prc di Bologna.

Da segnalare le aspre critiche dei lettori de Il Resto Del Carlino

Insomma l’ennesimo esempio di chi sfrutta i bambini per fare battaglie politiche ideologiche. Veramente indecente strumentalizzare gli alunni per iniziative di stampo sessantottino, vuote nei contenuti e ridicole nelle forme. E per di più è pericoloso violare le leggi in un modo cosi palese, non rispettando le leggi del parlamento. Insomma la solita vergognosa azione di una sinistra che per fare propaganda si mette a sfruttare pure i bambini

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio





Il PD tira fuori l’asso, a Bologna sarà assessore (se vincono) la vedova Pavarotti

20 01 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Il rinnovamento nel PD è una priorità. E le grandi candidature arrivano ogni giorno. Dopo Boosta dei Subsonica di cui avevamo già parlato un nuovo pezzo da novanta scende in campo.

E’ Nicoletta Mantovani, vedova di Pavarotti a cui è già stata annunciata la nomina ufficiosa ad assessore alla Cultura, se a Bologna vincerà alle comunali il centrosinistra

Non ho paura della politica, la vedo come una bella sfida. Delbono lo considero già il mio sindaco, per questo ho accettato di far parte della sua squadra.

Insomma farà parte della squadra di Delbono

Nicoletta Mantovani, vedova di Luciano Pavarotti, ha annunciato ieri sera di aver accettato di far parte della squadra di Flavio Delbono, che il 6 e 7 giugno correrà per la poltrona di sindaco. Una motivazione su tutte, che l´ha spinta a fare il grande salto è presto detta. «Bologna, la mia città, che amo e voglio migliorare».

Lo stesso candidato PD conferma

E vero, da tempo lavoriamo insieme. Nicoletta è una di quelle energie di cui Bologna ha bisogno per promuovere le proprie attrattività

Che candidatura di peso. Bologna, città di cultura, ha bisogno di certi nomi di qualità. Veltroni è un maestro nel tirar fuori dal cilindro certe figurine dal valore immenso.

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio





La furia tassatoria della sinistra. La Delirium Tax di Cofferati

15 01 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Per loro “Le tasse sono bellissime!” e facendo fede a uno dei loro slogan preferiti anche nel piccolo si adeguano.
Leggiamo dal Corriere

Il signor Veronesi, Arrigo Veronesi, che di professione fa il gioielliere e ha le vetrine che si affacciano sul «salotto» di piazza Maggiore, potrà sempre raccontare ai nipotini, quando gli tornerà la voglia di ridere, di essere riuscito nella non semplice impresa di prendersi una multa per aver esposto uno zerbino, con tanto di iniziali, all’esterno del suo esercizio. Visibile a tutti, lo zerbino. Tale, quindi, da poter essere teoricamente considerato una forma di pubblicità. E perciò soggetto a tassa. Che lui non ha versato, probabilmente mai immaginando che un tappetino potesse essere equiparato ad uno spot. Ma la giunta Cofferati la pensa diversamente e, tramite la società di riscossione Gestor, sta zelantemente recuperando le imposte non pagate, passando al setaccio ogni quartiere. Veronesi comunque è in buona compagnia: come lui, a Bologna, ci sono infatti altri 2.300 commercianti, che in queste settimane si sono visti piovere addosso multe per centinaia di euro e tutte per lo stesso motivo: mancato pagamento della tassa sulla pubblicità in vetrina.

Nel particolare

Tassa con effetto retroattivo, visto che si riferisce agli anni 2005-2008. Tassa che prende spunto dal decreto legislativo numero 507 del 15 novembre ’93, recepito e adattato da un apposito regolamento comunale. Ma soprattutto tassa alquanto remunerativa per le casse comunali, visto che le 2.300 multe finora inviate frutteranno un incasso superiore al milione di euro: che di questi tempi, e con le amministrative alle porte, non sono da buttare via. La chiamano, forse anche per sdrammatizzare, «delirium tax», nel senso che non ha una logica, colpisce a casaccio. Esempio 1: è stata multata un’agenzia di viaggi (1271 e 611 euro) perché nel cartello che illustrava le offerte comparivano i nomi del tour operator. Esempio 2: sanzionato ristoratore (52 euro) per aver incollato alla vetrina adesivi con i nomi delle carte di credito. Esempio 3: stangata ad un bar (3000 euro) per aver esposto pannelli con i nomi delle ditte produttrici dei gelati. Ovviamente si è scatenato il putiferio. Commercianti e artigiani sono andati su tutte le furie. E, affiancati dalle rispettive organizzazioni di categoria, hanno prima congelato i pagamenti delle multe, poi cercato di capire. «La cosa assurda — spiegano all’Ascom, alla Confesercenti e alla Cna — è che queste sanzioni arrivino adesso, con un ritardo di 2-3 anni.

Insomma per la sinistra ogni scusa è buona per imporre tasse di tutti i tipi, anche le più ridicole o deliranti come appunto la Delirium Tax di Cofferati. A questo punto è sempre più chiaro perchè il Cinese non ha confermato la propria candidatura, chi lo avrebbe potuto votare?

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.