Si aprono le crepe nell’Idv: Donadi contro Di Pietro, dopo gli attacchi a Napolitano

23 07 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Era già accaduto che nell’Idv ci fossero vedute diverse sul rapporto conflittuale tra Di Pietro e il Presidente della Repubblica Napolitano, più volte attaccato duramente dal trebbiatore. Già nell’occasione degli attacchi scomposti di Piazza Navona i dipietristi Giulietti, Li Gotti e Donadi si erano smarcati dal tribuno.

Ma ora Donadi (capogruppo alla Camera) ribadisce i suoi distinguo

Di Pietro sbaglia. Non possiamo certo rimanere inermi di fronte all’offensiva di Berlusconi. Ma Di Pietro non deve portare avanti lo scontro frontale con Napolitano. Cosi’ rischiamo di fare il gioco del premier. Donadi dice di ”riconoscere che il compito del Capo dello Stato deve essere per definizione improntato al massimo equilibrio. Aggiungo che, soprattutto in questo momento, con una maggioranza cosi’ allineata al suo capo, il ruolo di Napolitano e’ ancora piu’ delicato”. Certo, chiarisce Donandi, forse ”la prudenza istituzionale del Colle” sulle intercettazioni, sul Lodo Alfano, sulla sicurezza ”puo’ agevolare il disegno berlusconiano”. Ma, aggiunge subito dopo, ”la tentazione anche legittima di forzare la mano di Napolitano rischia di portarci al risultato opposto. Nel suo intervento dell’altro giorno il Capo dello Stato e’ stato molto esplicito ma sono convinto – sottolinea – che il Presidente della Repubblica non avesse la benche’ minima intenzione di offendere Di Pietro. Napolitano e’ un galantuomo”. Il Quirinale forse ”sta seguendo la linea del tatticismo esasperato. Ma la logica dello sontro frontale – avverte – finira’ per portarlo nella direzione opposta rispetto a quello che vogliamo

L’intervista proviene dal Riformista ed è seguita da un editoriale molto duro del direttore Polito

che in un editoriale parla di Di Pietro come di un parlamentare che ”addirittura intima” a Napolitano cio’ che deve fare, ”interferendo su un potere (quello del messaggio alle Camere) che la Costituzione affida in esclusiva al Capo dello Stato”. Polito chiarisce che ”diciamo queste cose non solo in difesa del bon ton istituzionale o della figura di Napolitano” ma ”anche e soprattutto per difenderne i poteri. Si rende conto Di Pietro – si domanda il direttore – che il suo comportamento potrebbe indebolire, non rafforzare, proprio quella funzione di controllo e garanzia del Quirinale che che lui dice di stargli tanto a cuore?”. Ma ”meno male – conclude Polito – che Napolitano ha le spalle larghe e non si lascia intimidire da nessuno





I soliti comunisti: purghe staliniane, complotti e l’ombra della P2

25 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

In questi giorni è andata in scena una di quelle dispute tipiche dei comunisti. Un connubio piuttosto esilarante con simil venature staliniane, purghe rosse, complotti ecc. Insomma i soliti rossi.

Cosa è successo? Tutto parte dalle accuse di Marco Rizzo, comunista tout court, uno dei peggiori, difensore di Castro, nostalgico del regime sovietico

Diliberto renda conto della sua amicizia con uno della P2. Ho chiesto conto degli incontri di Diliberto con massoni ex P2. Da tempo la mia posizione critica sulla partecipazione dei comunisti al governo Prodi, alla pessima scelta dell’Arcobaleno e alla recente e mal gestita unità dei comunisti è stata tanto mal sopportata dalla dirigenza quanto apprezzata dai militanti di base. Guarda caso la situazione è precipitata proprio ora, immediatamente dopo l’aver fatto notare al segretario Diliberto- dice Rizzo, che è stato convocato dalla commissione di garanzia del partito – che un puzzle di iniziative pubbliche locali da lui svolte nel tempo lo vedevano sempre “accompagnato” da un volto noto della P2 (ndr si tratta di Giancarlo Elia Valori)

La risposta non si è fatta attendere

Marco Rizzo è fuori dai Comunisti italiani. La decisione è stata messa a verbale ieri dalla commissione di Garanzia del partito. L’accusa è quella di aver tenuto «comportamenti ostili» al Pdci durante l’ultima campagna ufficiale. Tradotto: di aver aiutato l’Italia dei Valori, e questo nonostante fosse anche candidato nelle liste dei Comunisti italiani. Rizzo, infatti, avrebbe dato il suo aiuto a Torino a Gianni Vattimo in corsa per Strasburgo, nelle liste del partito di Di Pietro.

Nel particolare sarebbe emerso

in maniera inequivoca come negli ultimi anni di vita del Partito, in modo continuativo Marco Rizzo abbia perseguito obiettivi strategici diversi da quelli decisi ed approvati negli organismi del PdCI, di cui esso stesso faceva parte, comportamenti che esulavano dal libero dibattito e dal confronto politico tra compagni, ma erano protesi al frazionismo interno.

E sugli incontri con Valori ecco la risposta

Incontri che, è la controreplica, erano occasioni pubbliche, nelle quali erano presenti i personaggi più disparati. Alla fine comunque tutto finirà in tribunale: il segretario del Pdci ha infatti intenzione di querelare l’ex compagno di partito.

Ma Rizzo contrattacca

Diliberto è l’unico segretario di partito che non si dimette mai e ora strizza anche l’occhiolino ai poteri forti. Quello che ho detto sono fatti – si difende Rizzo in vista della querela – basta cliccare su internet per verificarli.

Che dire? Come faremmo senza i comunisti, le loro accuse reciproci e i soliti metodi di staliniana memoria?





Italia dei Valori: no al Grande Fratello, sì all’Isola dei Famosi

25 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Di Pietro durante la campagna elettorale per le europee, quando si discuteva del velinismo in politica, aveva alzato la voce dicendo che il suo partito non sarebbe stato aperto allo stile Grande Fratello nella scelta delle candidature. Poi all’atto pratico ha candidato la hostess Piredda (che aveva fatto un provino per entrare all’ultimo GF, poi battuta dall’altra pasionaria Martani) ma non è questo il punto.

In realtà Di Pietro voleva intendere che per il suo partito era più congeniale il modello Isola dei Famosi, infatti

Antonio Cabrini, campione del mondo con la Nazionale di calcio nella rassegna iridata di Spagna 1982, ha deciso di scendere in politica. La sua nuova squadra sara’ quella dell’Italia dei valori (Idv), il partito che fa capo ad Antonio Di Pietro e in cui Cabrini assumera’ il ruolo di responsabile per il Lazio del ‘Dipartimento politiche dello sport’.’Si tratta di un impegno importante, che cerchero’ di onorare seriamente e fino in fondo’.

Questione di reality….





Il centrodestra ha davvero vinto le Europee. In tutta Italia (isole non comprese)

12 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Ecco una mia analisi delle elezioni regione per regione che è stata pubblicata sul sito Libertiamo

- Può essere utile raffrontare i risultati delle elezioni politiche 2008 con quelli della recente consultazione europea. Ovviamente si tratta di elezioni diverse e non del tutto comparabili, ma è interessante valutare, regione per ragione, dove e come sono cambiati i rapporti di forza tra i vari partiti e soprattutto tra i contrapposti schieramenti, che si contendono il governo del paese.

Piemonte

Pdl 32.4 (-2) – Lega 15.7 (+3.1)
Pd 24.7 + Radicali 3.1 = 27.8 (-4.7) – Idv 8.7 (+3.7)
Udc 6.1 (+0.9)
Sinistra&Libertà 2.3 + Lista Comunista 3.3 = 5.6 (+1.5)
L’Autonomia 0.8 + Fiamma Tricolore 0.85 = 1.65 (-1.55)

centrodestra (Pdl+Lega) 48.1 (+1.1) – centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 36.5 (-1)
centrodestra modello CdL (Pdl+Lega+Udc+La Destra) 56.35 (+0.45) – centrosinistra modello Unione (Pd+Rad+Idv+S&L+Com) 42.1 (+0.5)

Lombardia
Pdl 33.9 (+0.4) – Lega 22.7 (+1.1)
Pd 21.3 + Radicali 2.8 = 24.1 (-4) – Idv 6.5 (+2.5)
Udc 5 (+0.75)
Sinistra&Libertà 2 + Lista Comunista 2.7 = 4.7 (+1.2)
L’Autonomia 0.9 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.5 (-0.6)

Centrodestra (Pdl+Lega) 56.6 (+1.5) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 30.6 (-1.5)
Centrodestra Modello Cdl 63.1 (+1.65) – Centrosinistra Modello Unione 35.3 (-0.3)

Veneto
Pdl 29.3 (+1.95) – Lega 28.4 (+1.3)
Pd 20.3 + Radicali 2.45 = 22.75 (-3.75) – Idv 7.2 (+2.9)
Udc 6.4 (+1.4)
Sinistra&Libertà 1.55 + Lista Comunista 1.8 = 3.35 (+0.55)
L’Autonomia 0.6 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.2 (-0.75)

Centrodestra (Pdl+Lega) 57.7 (+3.25) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 29.95 (-0.85)
Centrodestra Modello CdL 65.3 (+3.9) – Centrosinistra Modello Unione 33.3 (-0.3)

Friuli Venezia Giulia
Pdl 31.8 (-2.9) – Lega 17.45 (+4.45)
Pd 25.6 + Radicali 3 = 28.6 (-2.8) – Idv 7.3 (+3)
Udc 6.3 (+0.3)
Sinistra & Libertà 1.6 + Lista Comunista 2.5 = 4.1 (+0.4)
L’Autonomia 1.2 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.8 (-1.2)

Centrodestra (Pdl+Lega) 49.25 (+1.55) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 35.9 (+0.2)
Centrodestra Modello CdL 57.35 (+0.65) – Centrosinistra Modello Unione 40 (+0.6)

Trentino Alto Adige
Pdl 19.6 (-1.3) – Lega 9.9 (+0.5)
Pd 17.6 + Radicali 2.3 = 19.9 (-4.6) – Idv 6.7 (+3.4) – Svp 29 (+5)
Udc 4.9 (+0.7)
Sinistra & Libertà 6.7 + Lista Comunista 1.2 = 7.9 (+4.2)
L’Autonomia 0.8 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.4 (-0.6)

Centrodestra (Pdl+Lega) 29.5 (-0.8) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv+Svp) 55.6 (+3.8)
Centrodestra Modello CdL 35.8 (-0.7) – Centrosinistra Modello Unione 63.5 (+8)

Liguria
Pdl 34.4 (-2.3) – Lega 9.9 (+3.1)
Pd 29.8 + Radicali 2.9 = 31.7 (-5.8) – Idv 8.6 (+3.7)
Udc 5 (+1.2)
Sinistra & Libertà 2.3 + Lista Comunista 3.9 = 6.2 (+1.6)
La Destra 0.6 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.2 (-1.5)

Centrodestra (Pdl+Lega) 44.3 (+0.8) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 40.3 (-2.1)
Centrodestra Modello CdL 50.4 (+0.5) – Centrosinistra Modello Unione 46.5 (-0.5)

Emilia Romagna
Pdl 27.3 (-1.3) – Lega 11.1 (+2.3)
Pd 38.9 + Radicali 2.7 = 41.6 (-4.1) – Idv 7.2 (+3)
Udc 4.7 (+0.4)
Sinistra & Libertà 2 + Lista Comunista 3.1 = 5.1 (+1.3)
L’Autonomia 0.6 + Fiamma Tricolore 0.7 = 1.3 (-1.2)

Centrodestra (Pdl+Lega) 38.4 (+1) – Centrosinistra (Pd+Idv+Rad) 48.8 (-1.1)
Centrodestra Modello CdL 44.4 (+0.3) – Centrosinistra Modello Unione 53.9 (+0.2)

Toscana
Pdl 31.4 (-0.2) – Lega 4.3 (+2.3)
Pd 38.7 + Radicali 2.6 = 41.3 (-5.5) – Idv 6.8 (+3.3)
Udc 4.6 (+0.4)
Sinistra & Libertà 3.5 + Lista Comunista 5.1 = 8.6 (+3.3)
L’Autonomia 0.4 + Fiamma Tricolore 0.85 = 1.25 (-1.65)

Centrodestra (Pdl+Lega) 35.7 (+2.1) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 48.1 (-2.2)
Centrodestra Modello CdL 41.55 (+0.85) – Centrosinistra Modello Unione 56.7 (+1.1)

Marche
Pdl 35.2 (+0.2) – Lega 5.5 (+3.3)
Pd 29.9 + Radicali 2.3 = 32.2 (-9.2) – Idv 6.8 (+3.3)
Udc 7.15 (+1.05)
Sinistra&Libertà 3.2 + Lista Comunista 4.2 = 7.2 (+3.4)
L’Autonomia 0.5 + Fiamma Tricolore 1 = 1.5 (-1.9)

Centrodestra (Pdl+Lega) 40.7 (+3.5) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 39 (-5.9)
Centrodestra Modello CdL 49.35 (+2.15) – Centrosinistra Modello Unione 46.2 (-2.5)

Umbria
Pdl 35.8 (+1.3) – Lega 3.6 (+1.9)
Pd 33.9 + Radicali 2.3 = 36.2 (-8.2) – Idv 5.9 (+2.9)
Udc 5.2 (+0.7)
Sinistra&Libertà 3.55 + Lista Comunista 6.2 = 9.75 (+4.45)
L’Autonomia 0.6 + Fiamma Tricolore 1 = 1.6 (-2)

Centrodestra (Pdl+Lega) 39.4 (+3.2) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 42.1 (-5.3)
Centrodestra Modello CdL 46.2 (+1.9) – Centrosinistra Modello Unione 50.85 (-0.85)

Lazio
Pdl 42.7 (-1.7) – Lega 1.1 (+1.1)
Pd 28.1 + Radicali 3 = 31.1 (-5.7) – Idv 8.3 (+4.1)
Udc 5.5 (+0.7)
Sinistra & Libertà 3.8 + Lista Comunista 3.7 = 6.5 (+2.3)
L’Autonomia 0.9 + Fiamma Tricolore 1.1 = 2 (-1.7) [*Mpa stimabile allo 0.15 (-0.15)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 43.95 (-0.75) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 39.4 (-1.6)
Centrodestra Modello CdL 51.3 (-1.6) – Centrosinistra Modello Unione 45.9 (+0.7)

Abruzzo
Pdl 44.5 (+2.9) – Lega 1.3 (+1.3)
Pd 22.3 + Radicali 2.3 = 24.6 (-6.9) – Idv 13.75 (+6.75)
Udc 5.9 (=)
Sinistra & Libertà 2.7 + Lista Comunista 4.25 = 6.95 (+2.75)
L’Autonomia 0.9 + Fiamma Tricolore 0.9 = 1.8 (-3) [*Mpa stimabile al 0.6 (-1)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 46.4 (+3.2) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 38.35 (-0.15)
Centrodestra Modello CdL 53.5 (+0.2) – Centrosinistra 45.3 (+2.6)

Molise
Pdl 41.85 (+5.35) – Lega 0.65 (+0.65)
Pd 12.3 + Radicali 1.5 = 13.8 (-4.1) – Idv 28 (+0.3)
Udc 5.5 (-0.3)
Sinistra & Libertà 3.7 + Lista Comunista 2.8 = 6.5 (+3.7)
L’Autonomia 2.1 + Fiamma Tricolore 0.9 = 3 (-4) [*Mpa stimabile al 2.2 (-3.1)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 44.7 (+2.9) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 41.8
Centrodestra Modello CdL 51 (+1.7) – Centrosinistra Modello Unione 48.3 (-0.1)

Campania
Pdl 43.5 (-5.5) – Lega 0.5 (+0.5)
Pd 23.4 + Radicali 1.6 = 25 (-4.1) – Idv 8.9 (+4.2)
Udc 8.7 (+2.2)
Sinistra&Libertà 4.4 + Lista Comunista 3.8 = 8.2 (+4)
L’Autonomia 3.6 + Fiamma Tricolore 0.8 = 4.4 (+0.4) [*Mpa stimabile al 2.6 (+0.2)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 46.6 (-4.8) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 33.9 (+0.1)
Centrodestra Modello Cdl 57.1 (-2.4) – Centrosinistra Modello Unione 42.1 (+4.1)

Puglia
Pdl 43.2 (-2.2) – Lega Lega 0.3 (+0.3)
Pd 21.7 + Radicali 1.6 = 23.3 (-7.7) – Idv 8.9 (+4.3)
Udc 9.1 (+1.2)
Sinistra&Libertà 6.9 + Lista Comunista 3.3 = 10.2 (+5.6)
L’Autonomia 3.1 + Fiamma Tricolore 1 = 4.1 (+0.2) [*Mpa stimabile al 1.8 (+0.1)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 45.3 (-1.8) – Centrosinistra (Pd+Idv+Rad) 32.2 (-3.4)
Centrodestra Modello CdL 56.7 (-0.5) – Centrosinistra Modello Unione 42.4 (+2.2)

Calabria
Pdl 34.9 (-6.3) – Lega 1 (+1)
Pd 25.4 + Radicali 1.2 = 26.6 (-6) – Idv 9.1 (+5.5)
Udc 9.3 (+1.1)
Sinistra&Libertà 5.8 + Lista Comunista 6.7 = 12.5 (+6.3)
L’Autonomia 4.5 + Fiamma Tricolore 1.1 = 5.6 (+0.8) [*Mpa stimabile al 3 (+0.4)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 38.9 (-4.9) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 35.7 (-0.5)
Centrodestra Modello CdL 50.8 (-3.4) – Centrosinistra Modello Unione 48.2 (+5.8)

Basilicata
Pdl 33.5 (-3.3) – Lega 0.6 (+0.6)
Pd 29.4 + Radicali 1.8 = 31.2 (-7.4) – Idv 12.3 (+6.4)
Udc 7.8 (+0.9)
Sinistra&Libertà 5.3 + Lista Comunista 4.5 = 9.8 (+3.6)
L’Autonomia 2.2 + Fiamma Tricolore 1.45 = 3.65 (+0.55) [*Mpa stimabile al 0.9 (+0.1)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 35 (-2.6) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 43.5 (-1)
Centrodestra Modello CdL 45.55 (-1.25) – Centrosinistra Modello Unione 53.3 (+2.6)

Sicilia
Pdl 36.4 (-10.2) – Lega 0.3 (+0.3)
Pd 21.9 + Radicali 2.4 = 24.3 (-1.1) – Idv 7.1 (+3.7)
Udc 11.9 (+2.5)
Sinistra&Libertà 2.1 + Lista Comunista 2.2 = 3.3 (+0.05)
L’Autonomia 15.6 + Fiamma Tricolore 0.6 = 16.2 (+6.5) [*Mpa stimabile al 12.9 (+5.2)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 49.6 (-4.7) – Centrosinistra (Pd+Rad+Idv) 31.4 (+2.6)
Centrodestra Modello CdL 64.8 (-0.9) – Centrosinistra Modello Unione 34.7 (+2.65)

Sardegna
Pdl 36.6 (-5.8) – Lega 0.7 (+0.7)
Pd 35.6 + Radicali 2.7 = 38.3 (+2.1) – Idv 8.8 (+4.8)
Udc 5.4 (-0.2)
Sinistra&Libertà 2.95 + Lista Comunista 4.8 = 7.75 (+2.6)
L’Autonomia 1.3 + Fiamma Tricolore 0.6 = 1.9 (-0.2) [*Mpa stimabile al 0.5 (-0.1)]

Centrodestra (Pdl+Lega+Mpa) 43.8 (-5.2) – Centrosinistra (Pd+Idv+Rad) 47.1 (+6.9)
Centrodestra Modello CdL 50.6 (-5.5) – Centrosinistra Modello Unione 54.85 (+9.5)

—–

Centrodestra
Nord – Si conferma a livelli ottimi al nord. Le perdite del Pdl in Piemonte, Friuli, Liguria, Emilia Romagna vengono più che compensate dalla Lega. Entrambe le formazioni addirittura salgono in Lombardia e Veneto
Centro – E’ forse la sorpresa di questa tornata. Pdl e Lega salgono nelle Marche e nell’Umbria (dove il Pdl ruba lo scettro di primo partito al Pd). In Toscana e Lazio, dove perde leggermente il Pdl, c’è la Lega a ristabilire o aumentare la percentuale complessiva del centrodestra. Da segnalare che in vista delle regionali un clamoroso cambio di governo alla regione Marche è possibile e anche in Umbria il distacco non è fortissimo
Sud – Benissimo il Pdl in Abruzzo e Molise, male rispetto all’anno scorso in Calabria e Campania, stabile in Puglia e Basilicata. In Calabria lo scontro più difficile per le prossime regionali
Isole – Una vera debacle per il Pdl. La crisi in Sicilia ha favorito l’Mpa e danneggiato fortemente il Pdl. In Sardegna è una vera sconfitta, con un ribaltamento dei rapporti di forza. Molto ha contato l’astensione ma è innegabile il risultato negativo nelle 2 isole.

Centrosinistra
Nord – Complessivamente il centrosinistra tiene i risultati modesti delle politiche 2008 (ma perde ancora in Lombardia e Veneto). Il Pd scende ovunque e vede passare tutti i voti persi all’Idv. Imbarazzante il Pd al 21.3 in Lombardia e al 20.3 in Veneto. E perde consenso anche in regioni come Emilia Romagna e Liguria (dove il centrodestra può seriamente prendere la regione l’anno prossimo)
Centro – il vero disastro del Pd. Pd+Rad scende in percentuali dal 5% (Toscana) al 9% (Marche). Crepe ampie appunto nelle Marche e nell’Umbria. In queste regione l’Idv non riesce a compensare le perdite del Pd (tranne in parte nel Lazio)
Sud – Male il centrosinistra nel Molise, malissimo il Pd in Abruzzo e Basilicata (ma qui compensa l’Idv). Brutti risultati per il centrosinistra in Puglia (dove l’Idv non attira tutti i delusi) mentre in Campania, Calabria il centrosinistra va mediamente male ma nel complesso tiene rispetto all’anno scorso
Isole – Gli unici risultati positivi per il centrosinistra ma quanto sarà contata l’astensione? La Sardegna è l’unica regione d’Italia in cui Pd+Rad salgono; mentre in Sicilia almeno si riduce lo svantaggio dal centrodestra.

Note:
-il centrodestra modello CdL comprende Pdl,Lega,Udc,Mpa e La Destra. Il centrosinistra modello Unione comprende Pd,Idv,Radicali,Svp,Sinistra&Libertà,Lista Comunista
-il valore dell’Mpa (compresa nell’Autonomia) è ponderato sui risultati delle politiche 2008





Elezioni Europee – scrutinio in diretta

7 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

13.25 Tra poco partiamo con il liveblogging sulle amministrative

13.22 Una sezione alla conclusione dello scrutinio – Pdl 35.3 – Pd 26.1 – Lega 10.2 – Idv 8 – Udc 6.5 – Comunisti 3.4 – Sinistra&Libertà 3.1 – Radicali 2.4 – L’Autonomia 2.2 – Fiamma Tricolore 0.8 – Pcl 0.4

12.43 Napoli Provincia confronto con le politiche -

12.00 Parma Provincia confronto con le politiche – Pd 32.3 + Radicali 2.9 = 35.2 (-3.8) – Pdl 28.4 (-1.6) – Lega 14.9 (+3.4) – Idv 7 (+2.8) —> centrosinistra 42.2 (-1) – centrodestra 43.3 (+1.8)

11.48 Piacenza Provincia confronto con le politiche – Pd 25.5 + Radicali 2.6 = 28.1 (-4.6) – Pdl 34.2 (-1.3) – Lega 16.7 (+2.5) – Idv 6.7 (+2.9) —> centrosinistra 34.8 (-1.7) – centrodestra 50.9 (+1.2)

11.44 Venezia Provincia confronto con le politiche – Pd 25.9 + Radicali 2.7 = 28.6 (-3.6) – Pdl 29.7 (+0.6) – Lega 20.35 (+0.85) – Idv 8.4 (+3.3) —> centrosinistra 37 (-0.3) – centrodestra 50.05 (+1.45)

11.37 Milano Provincia confronto con le politiche – Pd 24.6 + Radicali 3.8 = 28.4 (-3.6) – Pdl 36.2 (+0.2) – Lega 14.7 (=) – Idv 7.7 (+3) —> centrosinistra 36.1 (-0.6) – centrodestra 50.9 (+0.2)

11.15 Liguria confronto con le politiche – Pd 29.8 + Radicali 2.9 = 32.7 (-4.9) – Pdl 34.4 (-2.3) – Lega 9.9 (+3.1) – Idv 8.6 (+4.7) —> centrosinistra 41.3 (-0.2) – centrodestra 44.3 (+0.8)

11.08 Puglia confronto con le politiche – Pd 21.7 + Radicali 1.6 = 23.3 (-7.7) – Pdl 43.2 (-2.2) – Idv 8.9 (+4.3) – Lega 0.3 (+0.3) – Mpa 1.4 (-0.4) —> centrosinistra 32.2 (-3.4) – centrodestra 44.7 (-2.3)

11.06 L’Aquila Provincia confronto con le politiche – Pd 22.1 + Radicali 1.8 = 23.9 (-8.8) – Pdl 52.7 (+10.1) – Idv 10.1 (+4.8) – Lega 0.7 (+0.7) – Mpa 0.6 (-3.8) —> centrosinistra 34 (-4) – centrodestra 54 (+7)

10.51 Abruzzo confronto con le politiche – Pd 22.3 + Radicali 2.3 = 24.6 (-6.9) – Pdl 44.5 (+2.9) – Idv 13.75 (+6.75) – Mpa 0.3 (-1.3) –> centrosinistra 38.35 (-0.15) – centrodestra 44.7 (+1.6)

10.45 Umbria confronto con le politiche – Pd 33.9 + Radicali 2.3 = 36.2 (-8.2) – Pdl 35.8 (+1.3) – Lega 3.6 (+1.9) – Idv 5.9 (+2.9) –> centrosinistra 42.1 (-5.3) – centrodestra 39.4 (+3.2)

10.40 Marche confronto con le politiche – Pd 29.9 + Radicali 2.3 = 32.2 (-9.2) – Pdl 35.2 (+0.2) – Lega 5.5 (+3.3) – Idv 8.9 (+4.4) –> centrosinistra 41.1 (-4.8) – centrodestra 40.7 (+3.5)

10.31 Toscana confronto con le politiche – Pd 38.7 + Radicali 2.6 = 41.3 (-5.5) – Pdl 31.4 (-0.2) – Lega 4.3 (+2.3) – Idv 6.8 (+3.3) –> centrosinistra 48.1 (-2.2) – centrodestra 35.7 (+2.1)

10.23 Emilia Romagna confronto con le politiche – Pd 38.9 + Radicali 2.7 = 41.6 (-4.1) – Pdl 27.3 (-1.3) – Lega 11.1 (+2.3) – Idv 7.2 (+3) –> centrosinistra 48.8 (-1.1) – centrodestra 38.4 (+1)

10.16: il distacco tra centrodestra e centrosinistra passa da 9 punti a 10 percentuali

10.01: quasi il 100% dello scrutinio: pdl 35.35 – pd 26.14 – lega 10.24 – di pietro 7.28 – udc 6.5 – comunisti 3.37 – s&l 3.11 – radicali 2.42 – l’autonomia 2.21

10.00: riprendiamo il liveblogging

01.35: vado a dormire, ci ribecchiamo domani con lo scrutinio delle amministrative

01.19 Per gli speranzosi di centrodestra (in ottica amministrative) Centrodestra avanti, oltre il 50%, a Cremona, Pavia, Padova. Vicino al 50% a Parma e Venezia

01.03 DIGIS SKY ORE 01.00: PDL 35,6 – PD 26,3 – LEGA 9,2 – IDV 8,6 – UDC 6,5 – Altri sotto il 4%

00.55 Quarta proiezione Dinamiche per Rai PDL 35 PD 26,8 LEGA 9,5 IDV 8,0 UDC 6,1 RIF 3,4 SL 2,9 RAD 2,6
AUT 2,2

00.43 Comunque l’ipotetica coalizione Lega+Pdl+AU prende il 49% ,l’ipotetica coalizione SeL+PD+Radicali+Di Pietro prende il 40% .

00.37 10% scrutinio: Pdl 32.2 – Pd 29.9 – Lega 10 – Idv 7.8

00.16 5% scrutinio: Pdl 31.6 – Pd 30.3 – Lega 9.7 – Idv 7.6

00.11 Oggettivamente dati deludenti rispetti alle attese per il Pdl

00.10 PROIEZIONI DIGIS/SKY PDL 36 LN 9,8 PD 26,5 IDV 8,3 RC 2,5 SL 3,3 UDC 6,3 AUT 2,00 RAD 2,6

23.59 2a proiezione Dinamiche – 12% campione PDL 35,0% PD 26,8% Lega 9,6% Idv 8,3% Udc 6,4% RC-CI 3,3% SL 3,0% Bonino 3,0 Autonomia 2,1% Altri 2,5%

23.52 Genova, 150 sezioni su 653 dunque un dato già abbastanza consistente: PDL 28,8 (32 alle politiche) PD 36,5 (43,1) Lega 7,3 (5,3) IDV 10,4 (5,8) UDC 4,5 (3,4)

23.48 IPR per La7 (instant poll) Rc-Ci 2,5-3,5 Sl 2,5-4,0 Pd 25,5-28,5 Idv 7,0-9,0 Udc 5,0-7,0 Pdl 34,5-38,5 Lega 8,0-11,0 Autonomia 1,0-3,0 Bonino 1,5-3,5 Altri 2,0-4,0

23.34 DINAMICHE, PRIMA PROIEZIONE Il Popolo della Liberta’ 35 Partito Democratico 26,7 Lega Nord 9,2 Di Pietro-Italia dei Valori 8,4 Unione di Centro 6,4 Sinistra e Liberta’-Fed. dei Verdi 3,3 Rif. Comunista-Sin. Europea-Com. Italiani 3,2 La destra-Mpa-Pensionati-All. di Centro 2,1 Lista Marco Pannella 3,1 Altre liste 2,2

23.31 SECONDA PROIEZIONE DIGIS PDL 38,5 LEGA 10 PD 26,5 IDV 8,1 RC 3 SL 3 UDC 5,7 AUT 2 RAD 2

23.25 0.46% seggi scrutinati PD : 30,0 % PDL : 31,2 % LEGA : 10,0 % IDV : 8,5 %

23.10 Proiezione Tp Termometro Politico: Nord ovest Popolo delle Liberta’ 33-35% Partito Democratico 23-25% Lega Nord 14-16% Italia dei Valori 7-8% UDC 4-5% Rifondazione Comunista 3-4% MPA/La Destra 1,5-2,5% Sinistra e Liberta’ 2,5-3,5% Lista Bonino / Pannella 1,5-2,5% Altro 3-4%

23.04 1^ proiezione Digis per Sky rima Proiezione SKY ore 23 PDL – 39% LN – 9,5% PD 27,5% IDV – 7,8% UDC – 5,3% RIFCOM – 2,3% SEL – 3,9% AUT 2,0% RAD 1,8% ALTRI 1,6%

22.59 CRESPI ricerche (In house poll ore 22.30) PDL 40-42 LN 8-10 LD+MPA 2-4 IDV 5-7 UDC 4-6 PD 27-29 Radicali 1-2 Comunisti 2-4 S&L 2-3.5 altro 1,5-3

22.58 ***Europee/ Proiezione seggi: Ppe 263-273, Pse 155-165

22.45 Prime 3 sezioni scrutinate: Pdl 40, Pd 24.7

22.36 Termometro Politico per La Stampa Pdl 39-41,5% Pd 24-26,5% Lega 9-10,5% Idv 6-7% Udc 5-6% Sl 2,5-3,5% Rc-Ci 2,5-3,5% Aut 2,5-3,5% Radicali 1,0-2,5% Altri 2-3%

22.21 Crespi PDL 41-43 LN 8-10 LD+MPA 2-4 IDV 6,5-8 UDC 4,5-6,5 PD 26-28 Radicali 1-2 Comunisti 2-4 S&L 2-3.5 altro 1,5-3

22.18 Affaritaliani.it pubblica in esclusiva gli instant poll sulle elezioni europee realizzati in collaborazione con Termometro Politico. Il Popolo della Libertà si attesta tra il 39 e il 41,5%. Delusione per il Partito Democratico: 24-26,5%. Al terzo posto la Lega Nord, in crescita al 9-10,5%. Segue l’Italia dei Valori tra il 6 e il 7%, mentre l’Udc è tra il 5 e il 6%. L’Autonomia tra il 2,5 e il 3,5%. Sotto la soglia l’Autonomia e tutte le altre liste di sinistra

22.14 Inhouse Poll Coesis: Coesis Pdl 39 Lega 9 L’autonomia 3 udc 5 pd 28 radicali 2 idv 6 comunisti 3 s&l 3 altri 2

22.11 Instant Poll Termometro Politico: Pdl 39-41,5% Pd 24-26,5% Lega 9-10,5% Idv 6-7% Udc 5-6% Sl 2,5-3,5% Rc-Ci 2,5-3,5% Aut 2,5-3,5% Radicali 1,0-2,5% Altri 2-3%

22.03 Instant Poll Repubblica: Pdl 39/43, Pd 27/31, Lega 6.5/10.5, Idv 5/8, Udc 3.7/5.7, Comunisti 2/4, S&L 1/3, Autonomia 1/3, Radicali 1/3, Altri 1/3

21.44 Intentional poll – Crespi ORE 21 – -Pdl 40,1/43.0 -Lega 8.0/10 -Autonom. 2.0/4.0 -Udc 4.5/6.5 -Pd 26.0/28.0 -Idv 6.5/8.0 -SeL 2.50/3.5 -Comunisti 3.0/4.0 -Radicali 1.0/2..0 -altri 1.5/3.0.

21.31 Ultime news sulle amministrative sempre da Il Liberale
Toscana: tutto CSX. Ballottaggio al comune Firenze (CS 46%, CD 36%) e province Arezzo, Grosseto. CSX sul 50% a PT
Emilia Romagna Piacenza CDX. Parma+Ferrara+Forli+Rimini ballottaggio. Modena CSX attorno a 50%. Bologna e reggio CSX. Con qs dati CDX ha qualche speranza al secondo turno solo a Parma e Rimini.
Piemonte tutto CDX, tranne Torino dove si va al ballottaggio (CDX poco avanti, ma per me vincerà CSX). Savona CDX sul filo del 50%

21.23: ancora da Il Liberale sulle amministrative
Veneto e Pordenone tutto CDX (impressionante Verona). Sul filo del ballottaggio Venezia
Il Lombardia 8 province su 8 al CDX, senza ballottaggio (impressionante Bergamo, Sondrio e Brescia), a parte qualche minimo dubbio su Milano

21.15: indiscrezioni sulle provinciali su Il Liberale:
marche: pesaro csx, macerata forse cdx al primo turno, resto ballottaggio
puglia: bat cdx, bari e lecce cdx vicini al 50%, resto ballottaggi
basilicata: ballottaggi
abruzzo: teramo cdx, pescara e chieti ballottaggio
lazio: frosinone, rieti, latina cdx

20.57: secondo Il Termometro Politico Pdl 39/43 – Pd 23/26 – Lega 9/11 – Idv 6/7 – L’Autonomia 3/4 – Sinistra&Libertà 2/3 – Comunisti 2/3 – Radicali 1/2.5

20.40 Francia: Sarkozy avanti, crollano i socialisti, bene verdi, male il modem di Bayrou

20.30 secondo il Termometro Politico l’affluenza finale sarà tra il 64% e 67%

20.27 Ungheria: centrodestra e destra a valanga

20.26: Cipro: salgono popolari e sinistra

20.02: Bulgaria: popolari al 25,5%, socialisti al 19,7%

19.57: Danimarca: socialdemocratici al 22,7%, popolari a 12,8%

19.43: secondo Gpg per Il Liberale, exit poll: Pdl 38,4 – Pd 23.9 – Lega 12.8 – Idv 8 – Udc 4.8 – Comunisti 3 – Sinistra&Libertà 2.7 – L’Autonomia 2.5 – Altri 3.8

19.30: secondo Nota Politica, exit poll di una casa di sondaggi vicina al Pdl: Pdl 42 – Pd 24.9 – Lega 11.8 – Idv 6.7 – Udc 4.7 – L’Autonomia 3.2 – Comunisti 2.5 – Sinistra&Libertà 2.1 –  Radicali 1.8

19.05 Grecia: Socialisti 36/39.5 – Conservatori 30/33

18.57 Germania: exit poll: Cdu/Csu 38% – Spd 21.5 – Verdi 12.5 – Fdp (liberali) 10.5 – Linke 7%

18.46: Austria, trionfano gli euroscettici ed estrema destra: Oevp (conservatori) 29.5 – Spoe (socialdemocratici) 23.7 – Euroscettici 18 – Fpoe (estrema destra) 13 – Verdi 9.4

18.42: Secondo Nota Politica exitpoll di una casa di sondaggi del Nordest tra le 15 di ieri e le 14 di oggi: Pdl 41.8 – Pd 25.6 – Lega 10.6 – Idv 7.3 – Udc 4.6 – Comunisti 2.9 – L’Autonomia 2 – Sinistra&Libertà 1.9

18.35: Secondo Il Termometro Politico, tramite Instant Poll queste le forchette alle 15: Pdl 39/42 – Pd 23/26 – Lega 9.5/10.5 – Idv 6/7 – Udc 5.5 – L’Autonomia 2.5/3.5 – Comunisti 2/3 – Sinistra&Libertà 1.5/2.5 – Altri 2/3

18.28: Secondo Gpg per Il Liberale a ieri sera queste erano le rilevazioni: Pdl 37.5/38.9 – Pd 23.1/24.4 – Lega 12.5/13.8 – Idv 7.8/8.7 – Udc 4.4/5.1 – Comunisti 2.8/3.2 – Sinistra&Libertà 2.4/2.8 – L’Autonomia 2.3/2.8 – Altri 3/$

18.25: Secondo la nostra media delle ultime 14 rilevazioni clandestine questi i dati: Pdl 39.8 – Pd 26.4 – Lega 9.7 – Idv 7.2 – Udc 5.85 – Comunisti 3 – L’Autonomia 2.9 – Sinistra&Libertà 2.8 – Radicali 1.7

18.20: Iniziamo la nostra diretta sulle europee. Ovviamente fino alle 22 gli aggiornamenti non saranno tantissimi

Risultati Politiche 2008
Pdl 37.4 – Lega 8.3 – Pd+Radicali 33.1 – Idv 4.4 – Udc 5.6 – Sinistra Arcobaleno+Ps 4.1 – La Destra+Mpa 3.5

Risultati Europee 2004
Fi+An 32.5 – Lega 5 – Ds+Margherita 31.1 – Radicali 2.25 – Idv 2.1 – Udc 5.9 – Rifondazione+Pdci 8.5 – Verdi+Socialisti 2.5

Ricaricate la pagina per vedere le novità.il li





Media ultimi sondaggi/corse clandestine: centrodestra vicino al 50%

7 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Pubblichiamo la media delle ultime 14 rilevazioni/corse clandestine/sondaggi, presi da qui e qui, confrontata con i risultati delle corse europee ’04 e politiche ’08

Clicca sull’immagine per ingrandirla

corse

Il centrodestra sarebbe intorno al 50%. Nessun partitino sarebbe vicino al 4%. Personalmente credo che il Pd sia più vicino al 39 che al 40 e la Lega nettamente sopra al 10%. L’udc secondo me sarà più bassa e il Pd più vicino al 26 che al 27.





Media ultime corse clandestine: Varenne al 40.1%, Fan Idole al 26.3%

3 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Segnaliamo le ultime 6 rilevazioni delle corse clandestine (prese qui e qui) con relativa media e confronto con la precedente media

Clicca sull’immagine per ingrandirla e vedere le precedenti corse clandestine

screen-capture-2

La media delle corse clandestine ci mostra per l’ennesima volta una stabilizzazione ormai forte dei vari partiti. Il Pdl ormai fissa al 40% il suo obiettivo (-0.1), la Lega al 10% (-0.4). Ma onestamente credo che il Pdl alla fine starà leggermente sotto la sua quota mentre la Lega supererà il suo obiettivo. Dall’altra parte il Pd attualmente può ambire a quota 26.5 (+0.5), l’Idv otterrebbe un buon risultato con il 7.5% (-0.1). La quota obiettivo dell’Udc è il 6% (-0.1). Tra i partiti minori l’obiettivo 4% pare ancora lontano: tutti i partiti minori sono sotto il 3% (e anche in leggera discesa)








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.