A Bologna il Pd costringe i vecchietti a non andare in ferie o li va a prendere direttamente in spiaggia con il pullman

15 06 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Dopo la batosta storica del primo turno delle amministrative il Pd cerca ai ballottaggi di non peggiorare la situazione, già drammatica per loro anche in considerazione del tracollo alle europee.
A Bologna parte con un vantaggio considerevole, nonostante lo smacco di non essere riusciti a vincere direttamente al primo passaggio, e al 100% diventerà sindaco Delbono.
Ciononostante i rossi si organizzano affinchè non ci siano sorprese e per vincere le pensano tutte compreso organizzare i pullman per far votare i vecchietti e i bolognesi in ferie

Ridurre il piu’ possibile l’astensionismo e i suoi effetti. E’ questo l’obiettivo del Pd di Bologna che, in vista del ballottaggio che si terra’ il 21 e 22 giugno per scegliere il successore di Sergio Cofferati, ha deciso di mettere a disposizione un servizio gratuito di pullman che dall’Appennino emiliano e dalla Riviera Romagnola portera’ i bolognesi gia’ in ferie al seggio per votare il sindaco della citta’.

L’organizzazione è quasi militare

E’ quanto informa lo stesso Partito democratico in una nota, spiegando che per informazioni e prenotazioni si puo’ chiamare, fino a venerdi’ 19 giugno, i numeri …
L’iniziativa dei democratici, che sta gia’ sollevando polemiche, e’ rivolta a scongiurare il rischio astensionismo chiamando a raccolta i molti pensionati che stanno partendo per le vacanze in Riviera e che si troveranno gia’ li’ alla riapertura delle urne. Sara’ pubblicizzata, dalla prossima settimana, anche con volantini, locandine oltre che con il tradizionale “passaparola”

Ma questo non basta, una paura enorme (tra l’altro immotivata) serpeggia tra i democratici.

Il centrosinistra corre allora i ripari, si rivolge allo Spi-Cgil all’Arci e chiede di annullare le gite al mare dei pensionati in programma nel weekend del voto, per scongiurare l’incubo dell’astensionismo.

E tramite i sindacati organici al partito cerca di costringere gli anziani a rimanere a casa, vietando le gite

C’è il ballottaggio e i nonni restano a casa. Per votare Flavio Delbono. il rischio c’è, tanto da spegnere i motori dei pullman, dal 19 al 22 giugno, lasciando i nonni in città a soffrire il caldo per la causa pd.
Bloccate tutte le dodici leghe bolognesi dello Spi-Cgil che organizzano gite Italia-Estero per anziani e che contano 38mila iscritti. «Abbiamo dato indicazione di non organizzare viaggi nel week-end del ballottaggio» ammette Pizzica, «perché sappiamo che gli anziani vanno al mare proprio in giugno, e sarebbero molti voti persi. Nel ’99 in 40mila restarono sotto l’ombrellone». Alla Camera del lavoro di via Marconi si erano organizzati prima, «perché un po’ ci aspettavamo», ma ora il blocco delle gite è diventato operativo. Stessa idea dai circoli Arci di Giovanni De Rose, che confermano: «Niente ferie il 21 e il 22».

Poveri anziani, la causa militare Pd li costringe a essere reperibili a ogni costo. Non sia mai che il povero pensionato non accetti il diktat della sezione

Annunci

Azioni

Informazione

One response

15 06 2009
aramis

Certo se è vero viene da ridere. Sono alla “canna del gas” come si dice da noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: