A Torino in un quartiere rosso non vogliono accogliere i profughi

8 07 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Scrive la Stampa oggi

I residenti e i commercianti, vicini di casa dell’ex caserma che da fine luglio ospiterà i 200 rifugiati provenienti da Somalia, Eritrea e Darfur, hanno perso il senso dell’umorismo sono preoccupati, allarmati, in qualche caso angosciati.

ecco le dichiarazioni degli abitanti del quartiere

«Stendiamo un velo pietoso», dice Carlo Foradini, responsabile del ristorante Monferrato. «I profughi porteranno gazzarra e disordine. Piazza Vittorio, a parte la movida, è ancora una cartolina della città. Non ho nulla contro gli extracomunitari, alcuni lavorano anche da noi, ma in questo caso si tratta di nullafacenti» «C’è tanta gente preoccupata, ho ricevuto diverse telefonate dei nostri clienti: sperano che don Sandro si faccia sentire affinché si desista da questa iniziativa»

e ancora

«Sono favorevole a mischiare culture e mentalità – racconta Cristina Buzau del caffè «Chantilly» – a patto che non diano fastidio».

Sono tutti contrari a questo trasloco

La signora Olga Ottone sta portando a spasso Jacopo, il nipotino. «Penso tutto il male possibile di questo trasloco – attacca – e mi sorprendo che il borgo non abbia ancora preso posizione. Una soluzione va trovata, ma preoccupano le condizioni ingieniche, il rischio malattie, il disturbo che queste persone possono portare. Siamo sicuri che siano tutte onestissime?». «Io vivo a Oslo – aggiunge Ada Farappa – ma i miei genitori stanno qui e sono allarmati. I profughi sono per lo più somali e, almeno nella capitale della Norvegia, la loro comunità è quella che crea più problemi».

Alcuni sono veramente disperati

Sono disperata, i rifugiati hanno già distrutto Borgo San Paolo e non si capisce perché da noi non dovrebbero fare la stessa cosa. Qui ci muoviamo come in un piccolo paese, i bambini vanno in giro da soli. Ho una figlia di 17 anni e uno di 11, ora dovranno essere accompagnati. Perdere la tranquillità è l’incubo più grande. «Questa è una delle ultime isole di pace della città – aggiunge Barbara, la sorella – non vogliamo perderla. Se si trattasse di persone civili non ci sarebbe nessun problema, ma la realtà racconta che non è così. Nell’ex clinica hanno fatto di tutto, vivendo anche in mezzo agli escrementi. Speriamo che almeno siano controllati come dicono, vedremo alla prova dei fatti».

Questo quartiere fa parte dell’ottava circoscrizione del capoluogo piemontese. Sia alle ultime provinciali che alle comunali in questa zona il centrosinistra viaggia intorno al 60%

Dove è finita la presunta tolleranza della sinistra? Il solidarismo (spesso cieco e buonista) è andato a farsi benedire? L’altruismo e la società multirazziale non erano valori assoluti del centrosinistra?

Annunci

Azioni

Information

5 responses

9 07 2009
Claudio

Solidarietà e buonismo solo qundo i fastidi sono degli altri. Quando arrivano sotto casa loro, anche i sinistri svelano il volto umano di chi non vuole interferenza con la propria vita quotidiana, addossandosi problemi che non sono i propri. E allora?? Si rendessero conto che in Italia siamo già troppi ed anche i rifugiati politici portano grane, perchè non è detto che siano persone perbene. Aiutiamoli a casa loro. E se i loro governi sono ostili….beh, facessero come hanno fatto tutti i popoli, una bella rivoluzione senza aspettare sempre la manna che cade dal cielo.

9 07 2009
Io

Caspita…

Ma non siete quelli dell’accoglienza ? Quelli per i diritti degli immigrati ? E allora ? Che problema avete ? Sono immigrati, quelli ai quali volete dare anche il voto, e ora avete l’occasione di dimostrare a tutti gli Italiani che non vi hanno votato come vanno accolti, e protetti, perchè poverini… E non ve la prendete se qualcuno stuprerà la vostra ragazza o figlia o prenderà a calci la vostra famiglia per quattro soldi, o anche semplicemente si metterà a pregare sul selciato della vostra piccola chiesa. Poverini, hanno bisogno…
Io ve li piazzerei tutti intorno alle vostre belle città piene di ipocriti.
Vi sta bene, ci godo proprio!!!

9 07 2009
Simone82

La società multirazziale è icona della sinistra solo quando non piace ai cittadini di centrodestra… Quando non piace neanche ai cittadini di centrosinistra (quelli che come noi vivono nella realtà e non seduti in poltrona), quasi certamente la notizia è confinata nelle ultime pagine della Pravda e compagnia cantante. Come quando le amministrazioni di centrosinistra pagano (ovviamente con i soldi della comunità) i profughi affinché abbandonino i loro campi e vadano altrove…

9 07 2009
Daniela

Ma dai! La gente è tutta uguale. Non importa votare sinistra se tanto governa la destra che fa lo sporco lavoro! Alla fine la pensiamo tutti nello stesso modo. Ma pare che gli unici a non voler capire siano certi “intellettuali” o certi sinistronsi che vivono nei quartieri alti. Si permettono di dire che la gente è rozza, quando i problemi veri li hanno proprio le fascie medio-basse della popolazione. La sinistra finchè vedrà il mondo con la puzza sotto il naso non arriverà mai al cuore del popolo.

9 07 2009
Simone82

Brava Daniela, quoto.

Ho dimenticato di dare il riferimento a quanto detto nel precedente intervento:
http://notizie.virgilio.it/notizie/top_news/2009/07_luglio/09/immigrati_a_rovigo_la_sinistra_paga_chi_se_ne_torna_a_casa,19830401.html?pmk=nothpstr2

Capito? Sono quelli di Rifondazione Comunista a voler mandare via gli immigrati…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: