Escort bipartisan: Tarantini forniva ragazze a pagamento a politici del Pd in cambio di appalti

23 07 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

La vicenda escort non mi ha mai appassionato, la trovo assolutamente irrilevante e totalmente attinente alle vicende personali del premier, non mi attirano nè le discussioni bacchettone alla Repubblica nè le visioni complottiste nè l’analisi di quanto accaduto con la D’Addario assunta a fonte di qualsiasi verità o bugia.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA QUI





La questione morale nel Pd: i democratici sono sotto inchiesta in tutta Italia

21 07 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

La questione morale è sempre all’ordine del giorno per il centrosinistra nonostante i tentativi di insabbiamento.

Segnalo questa tabella nella seconda pagina di quest’articolo

Copio alcuni procedimenti (e ne aggiungo altri)

Genova: inquisito due ex consiglieri comunali di centrosinistra per corruzione. Un’altra vicenda (Mensopoli) vede il sindaco Vincenzi più o meno coinvolta (seppur indirettamente)

Trento: indagato ex assessore per gare truccate. Finanziamenti sospetti per il presidente della provincia Dellai (indagato)

Firenze: indagati 2 ex assessori della giunta Domenici

Ancona: rinviati a giudizio gli ultimi 2 sindaci del centrosinistra della città

Perugia: indagati funzionari ed ex assessore provinciale. Aggiungo l’ex sindaco (di cui l’attuale era vicesindaco) indagato per la questione Minimetro

Abruzzo: Del Turco indagato per Sanitopoli. L’ex sindaco di Pescara D’Alfonso indagato

L’Aquila: per una recente questione di appalti post territorio si dimette un assessore della giunta Cialente

Bari: appalti pilotati. Indagato assessore Tedesco, futuro deputato del Pd. Indagata anche una manager vicina al Pd

Sardegna: rinviato a giudizio Soru

Napoli: mezza giunta Iervolino sotto inchiesta per l’affaire Romeo (con richieste di pena oltre i 5 anni anche per l’ex vicepresidente della provincia). Bassolino sotto processo e ieri di nuovo con richiesta di rinvio a processo sempre per la questione rifiuti. Indagato eurodeputato Cozzolino. Decine e decine di amministrazioni comunali infiltrate dalla camorra.

Salerno: sindaco De Luca già condannato in primo grado, rinviato a giudizio per altre 2 inchieste

Calabria: consigliere comunale inquisito per rapporti con la criminalità. Loiero sotto inchiesta

Potenza: giro di tangenti. Inquisito deputato Margiotta. De Filippo (pres. regione) indagato per favoreggiamento

e sicuramente me ne dimentico altri.

Ma la questione morale vale solo per gli altri. Loro sono superiori a prescindere…





Banalità Uolteriane

19 12 2008

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Oggi in un crescendo commovente Uolter Veltroni ha detto cose intelligentissime e soprattutto alle parole sono seguiti i fatti

Per i disonesti non c’è posto nel Pd. Serve una convinta assunzione di responsabilita

Infatti tutti gli amministratori sotto inchiesta sono al loro posto, Bassolino sarà candidato alle europee, nessuno ha preteso le dimissioni dei propri disonesti. In pratica l’assunzione di responsabilità si evince dall’immobilismo.

Ma continuiamo a immergerci beati nel Walter pensiero

Il bollettino delle inchieste giudiziarie, ormai quotidiano, racconta di opacità amministrative e compromessi morali. E’ un’immagine deformata e ingiusta, perchè i nostri amministratori, che sono centinaia di migliaia, sono persone perbene. Il Pd è un partito di persone perbene

Qui la lacrimuccia è scesa, lo devo ammettere. Il pd è sotto inchiesta in tutta Italia ma è anche perbene. I giudici denunciano il malaffare diffuso del PD ma anche danno un’immagine deformata del grande partito degli onestoni

La sottrazione della libertà personale che deve essere un mezzo estremo, da usare con prudenza anche perchè non si può ignorare l’esistenza di un meccanismo mediatico che può distruggere le persone

Ma parlava di come nel partito lo hanno messo nell’angolo senza libertà di muoversi? E’ distrutto, povero…

L’astensionismo in Abruzzo non ha colpito solo noi, ma soprattutto noi.

Ovviamente loro hanno perso per l’astensionismo, non per altro….

Noi vogliamo far diventare il Partito democratico alle prossime elezioni il primo partito italiano

Alle europee? La vedo dura caro Walter. Alle prossime politiche tra 5 anni? Ci sarai ancora? sicuro?

E’ giunto il momento di concedere il diritto di voto ai 16enni alle amministrative, perchè oggi si smette di essere bambini e si diventa giovani prima, magari per un tempo più lungo

Il PD per risollevarsi ha bisogno dei bambocci, è ridotto proprio bene…

Poi un po’ di frasi fatte molto criptiche (sembra Trapattoni), con i ma anche mascherati

l segretario chiede quindi a tutti di lavorare per evitare e contrastare i rischi del correntismo, cioe’ il prolungamento delle appartenenze e identita’ del passato, saltando l’opportunita’ di mescolare le storie e dar vita a nuove sintesi. Ma anche evitare il rischio che il partito si riduca “ad una federazione leggera di correnti rigide, strutturate organizzativamente”

e infine il colpo finale

Stiamo rischiando di finire come l’Unione, di segare l’albero su cui tutti si è seduti

Concordiamo convinti (e divertiti)

Adottiamo tutti Walter, è passato dalla più grande rimonta della storia all’albero segato.

Che immagini dense di contenuti, non mandatelo a casa!

Vota quest’articolo su Ok Notizie





I magistrati cambiano referente politico?

17 12 2008

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Maria Paola Merloni, ministro ombra del Pd, sostiene:

“Secondo me dietro tutte queste inchieste giudiziarie che riguardano il Pd c’è Antonio Di Pietro, che peraltro è l’unico che ci guadagna. Forse la magistratura ha scelto il suo partito come il nuovo referente”

Questa frase sembra avvalorare la tesi del centrodestra di un pd supino negli anni (anzi decenni) verso la magistratura in cambio di un’impunità quasi completa per i propri dirigenti e amministratori. Non si spiegherebbero tutti questi provvedimenti proprio in questo periodo dopo anni di nulla assoluto come se il malaffare sia nato in quest’ultimo anno e precedentemente non ci fosse mai stato. Insomma pare evidente che l’accordo magistratura-ex comunisti fosse chiaro, distruggere gli avversari in cambio della difesa della corporazione.

Il ministro ombra sembra voler dire che ora i magistrati non si sentono più tutelati dal PD, puntano a un Di Pietro leader del centrosinistra e difensore delle loro prerogative e che continui a concedere loro il diritto di autogovernarsi. Se tutto questo fosse vero come reagirà il PD?. Facendosi prendere dalla paura del crollo (Mannheimer dice che si prospetta un crollo immediato del 10% visto che la questione -e superiorità- morale è un tema sentito dall’elettorato sinistro) si ripiegheranno ai voleri dei giudici o con uno scatto di orgoglio proveranno a sedersi al tavolo del dialogo per la riforma della giustizia?

Lo stesso Violante stamattina ha affermato che la riforma della giustizia è un dovere mentre altri nel partito sembrano spaesati di fronte a questo incredibile susseguirsi di arresti e indagini sul PD.

Vota quest’articolo su OK Notizie