Dopo la legge sulle europee, probabile anche l’accordo sui regolamenti parlamentari

2 02 2009

IL FAZIOSO LIBERALE SI TRASFERISCE

IL NUOVO INDIRIZZO DEL SITO E’ http://www.ilfazioso.com

Dopo l’accordo sulla legge elettorale sulle europee (che provoca mal di pancia a sinistra, soprattutto nel PD) è probabile che si raggiunga un compromesso bipartisan anche sui regolamenti parlamentari.

Lo segnala il Sole 24 Ore

Approvazione entro 60 giorni dall’assegnazione alle competenti commissioni per i DDL che attuano il programma del governo. Esattamente lo stesso tempo di conversione dei decreti. In cambio maggiori garanzie e visibilità per le iniziative parlamentari dell’opposizione. La soluzione all’annoso problema della decretazione c’è già ed è bipartisan. Sia la proposta del PDL sia la proposta del PD vanno in questa direzione. Un testo comune verrà presentato una volta approvata la riforma della legge elettorale per le europee.

Nel particolare

Riduzione dei decreti, più diritti all’opposizione, garanzia di discussioni reali e non contingentate per le riforme di sistema. Inoltre si andrà verso una stabilizzazione dei gruppi parlamentari con una stretta sulle microformazioni create per opportunismo

Per l’opposizione

Sembra archiviata l’istituzionalizzazione del governo ombra. Piuttosto viene prevista una quota fissa di tempo e argomenti. Il testo del PDL prevede anche un diretta al mese a richiesta e la facoltà di portare direttamente in aula le proposte.

Le consultazione tra i vari gruppi parlamentari sono già iniziate e l’accordo è veramente dietro l’angolo. Di sicuro sarebbe auspicabile un passaggio del genere, sia per evitare troppi decreti legge ma consentire lo stesso una velocità di manovra al governo sia per consentire più discussioni sulle riforme e dare più spazio all’opposizione.

Vota quest’articolo su OK Notizie, su Fai Informazione e su Wikio








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.